Spread the love

Un vento termico sugli 8/9 nodi consente di disputare due prove nell’ultima giornata. Durante la prima Blu Moon riapre involontariamente i giochi con un 38esimo posto; nella seconda Saetta conquista il titolo leggendo il salto di vento a destra nella prima bolina.

Ottava prova. Sono circa le 12,30 quando il Comitato fa partire la flotta dei 55 Melges 24. In boa di bolina dopo i primi dieci equipaggi – tra cui Saetta settimo – c’è un primo ingorgo di barche e ne soffre Blu Moon, letteralmente fermato tra due equipaggi. Al cancello di poppa, mentre Alberto Bolzan gira primo, Flavio Favini, che già giunge in coda alla flotta, viene costretto dalla giuria a svolgere una penalità per ingresso interno in boa. Questo segna la fine della regata e torna a far sperare Saetta.

Nona e ultima prova. La prima bolina è decisiva per il testa a testa tra Blu Moon e Saetta. Un salto di vento a sinistra premia l’imbarcazione di Gianni Catalogna, Favini non matcha e giungono in boa rispettivamente quarto e tredicesimo. Sono tre le barche che Saetta deve lasciare tra sé e Blu Moon, e la tattica di Daniela Cassinari ne mette sette, in tre lati che mai saranno scontanti, con le due barche che non commettono un errore fino al traguardo.

Sono emozionato, è stato un Campionato Italiano stressantissimo fino all’ultimo, ieri abbiamo fatto male noi, oggi Blu Moon, è la vela!” dice Alberto Bolzan.

Campioni con lui Daniele Cassinari (tattico), Michele Giovannini (tailer), Cesare Claudiani (tailer) e Simone Spangaro (prua).

Flavio Favini ha l’amaro in bocca, ma non è abbattuto “Abbiamo buttato via il mondiale con la prima prova di oggi, ma non siamo ultimi…abbiamo navigato comunque bene nei quattro giorni!

Terzo in classifica generale Altea di Andrea Racchelli, lo premia una costanza di prove su tutto il Campionato, scarta infatti un sedicesimo.

Campione italiano corinthian è Jeco Team di Marco Cavallini che emozionatissimo in banchina ci dice: “E’ il nostro miglior risultato mai ottenuto, siamo felicissimi, è una classe meravigliosa!!”.

Un altro motivo per festeggiare in casa Volvo Cup è l’ingresso di un nuovo importante partner, Swiss International Air Lines, che segna così il suo ritorno nel mondo della vela dopo la loro prima esperienza come sponsor del due volte vincitore della Coppa America Alinghi.

Volvo Cup è supportata da Conte of Florence, Immersion Orologi, Nespresso, Swiss, Unopiù e Velocitek.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>