Waterford Marina, nuovo polo yacht a Genova

di Valentina Cervelli Commenta

Genova, dopo due anni di lavoro, può contare su un nuovo polo dedicato all’accoglienza dei grandi yacht, del loro equipaggio e degli armatori presso il porto. Un’iniziativa di Amico&co, società leader in Europa nel settore di riparazioni e ristrutturazioni di mega yacht.

Punto di riferimento nel porto di Genova

Quando si prendono in considerazione queste grandi imbarcazioni non si tiene conto spesso del fatto che il loro bisogno di manutenzione e di lavoro non finisca con la consegna della barca da parte del cantiere all’armatore. Waterfront Marina, nonostante i lavori in corso, già ospitava dal 2020, cinquantasei unità: Ora avendo completato l’allestimento delle aree a terra dedicate ai servizi è pronto per accogliere molte più imbarcazioni e i loro proprietari. Finora le soste medie di un’imbarcazione all’interno dell’area sono durate 42 giorni, nei quali coloro che ne avevano bisogno hanno potuto contare su manutenzione, aiuto, sicurezza: un esempio importante di come il porto di Genova e la sua città approcciano la grande nautica da diporto. Tutto è stato reso possibile dalla riqualifica della nuova Darsena nautica all’imboccatura di Levante dello Scalo genovese.

Waterfront Marina è stata un’idea che si è pian piano sviluppata per dare modo di rispondere adeguatamente alle esigenze di ospitalità dei superyacht che scelgono il cantiere con sede al porto di Genova per i lavori di manutenzione, anche al di fuori di quelle che possono essere considerate le classiche soste tecniche. Non è una novità che gli italiani nel mondo della nautica posseggano quel know-how e quella conoscenza che li rendono i migliori sia dal punto di vista della costruzione che da quello della manutenzione, per ciò che concerne le imbarcazioni di ogni genere.

Genova punta a divenire home port importante

 

La scelta di mettere su un impianto come quello Waterfront Marina è senza dubbio proveniente dalla voglia di rendere Genova uno degli home port se non il migliore tra quelli italiani, approfittandone tra le altre cose per radicare sul territorio un indotto economico sostenibile, di qualità e soprattutto in crescita e adattabile alla vita della città. Come spiegato da Alberto Amico:

Pochi mesi dopo la realizzazione dello Shiplift, siamo orgogliosi di presentare oggi un’altra infrastruttura importante per la crescita e l’affermazione sui mercati internazionali del nostro cantiere e dell’intero comparto genovese Un’infrastruttura che coniuga innovazione tecnologica e alti standard di qualità e che darà grande impulso allo sviluppo delle attività di nautica professionale a beneficio dell’economia genovese, in piena compatibilità ambientale con il territorio cittadino.

Di certo una struttura importante con potenzialità sul medio-lungo periodo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>