MSC Grandiosa, la nuova ammiraglia di MSC

di Valentina Cervelli Commenta

Msc Grandiosa è la nuova ammiraglia di Msc Crociere e non si può che riconoscere che il nome ne racchiuda l’essenza. C’è chi l’ha definita la star dei mari e date le sue specifiche tecniche e l’allestimento non si può che essere d’accordo.

Bella e stabile la Msc Grandiosa

Msc Grandiosa è una vera e propria stella soprattutto se si pensa alla sostenibilità ed alla sua applicazione nel settore della nautica: questa nave si presenta come all’avanguardia nel suo settore per ciò che concerne l’ecologia ed il rispetto dell’ambiente. Un fattore che rende ancora più importante il suo varo e la messa in uso dato che rappresenterà nell’immediato futuro come anche la nautica commerciale di questo tipo può mettersi al pari con i tempi presentando tecnologia avanzata e rispetto dell’ambiente, dando vita a nuovi ed importanti standard da seguire.

Come le altre imbarcazioni di MSC Crociere, anche Grandiosa è stata pensata per offrire comodità e comfort ai propri ospiti, insieme ad un intrattenimento importante per durata e tipologia. Un esempio? Spettacoli esclusivi del Cirque Du Soleil, molti punti vendita e ristoranti di respiro internazionale e come ha sottolineato l’ad di Msc Gianni Onorato, qualcosa che non si era ancora mai visto: la prima mostra d’arte sul mare che ospita 26 incisioni della serie Danse Dessin del pittore Edgar Degas. E per chi ama davvero la tecnologia, in ogni cabina è prevista la presenza della prima assistente di viaggio virtuale al mondo, “Zoe”, pronta ad aiutare dove necessario i passeggeri.

Caratteristiche tecniche di Msc Grandiosa

Msc Grandiosa offre molto dal punto di vista dell’intrattenimento, e se può farlo è grazie anche alle sue importanti caratteristiche tecniche: parliamo di una nave lunga 331 metri, larga 43 e dal peso di ben 181 mila tonnellate. La sua altezza di 65 metri fa parte di un design pensato per rendere l’imbarcazione il più possibile efficiente dal punto di vista energetico. La nave, grazie alla tecnologia all’avanguardia applicata nel campo della sostenibilità consuma il 28% in meno di carburante rispetto alle navi della Classe Fantasia che corrisponde circa ad una riduzione di 255 kg di anidride carbonica per passeggero. Può inoltre contare su propulsori di ultima generazione in grado di sfruttare l’idrodinamica e sul sistema ibrido di pulizia di gas di scarico, l’EGCS, che consente l’emissione del 97% in meno di ossido di zolfo. Ad esso si accompagna l’80% di emissione di ossido di azoto in meno grazie ad un sistema selettivo di riduzione catalitica: insomma, il top del settore al quale deve essere aggiunto il sistema di gestione avanzata dei rifiuti e delle acque reflue, il sistema di elettrificazione da terra e l’illuminazione a led.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>