Benetti Se77antasette, megayacht da urlo

di Valentina Cervelli Commenta

Un nuovo concetto di yacht che prende vita grazie all’incontro di due mondi “artistici” del settore nautico che non potevano che collaborare prima o poi: dall’unione del genio dei cantieri Benetti e di FR-RE, lo studio di architettura di Fernando Romero nasce Se77antasette.

Questa particolare proposta sta facendo parlare di sé e sta creando molta curiosità tra armatori ed appassionati di yachting e non solo per le sue imponenti dimensioni sebbene si parli di 77 metri di lunghezza per 14,20 metri: è il design dell’imbarcazione a lasciare a bocca aperta perché lontano stilisticamente da quella che è l’idea tradizionale di yacht. Difatti vi sono in questo caso linee continue che si alternano a geometrie articolate senza che mai venga a mancare una “connessione armonica” tra i ponti e l’ambiente circostante. Per ottenere questo design è stata applicata una tecnologia avanzata in grado di integrare i dispositivi di navigazione all’interno di una cupola di vetro.

Altro punto di forza di Se77antasette sono le sue aree, pensate per essere estremamente flessibili: un esempio? Il ponte di ingresso, a poppa, si apre completamente su tre lati e si trasforma in una enorme beach club sul mare e in un’esclusiva spa dedicata al relax mentre il living centrale può essere una sala per la colazione tanto quanto una di ballo. Per quanto riguarda l’organizzazione, le cabine per gli ospiti, due VIP e quattro doppie, si trovano sul ponte inferiore, mentre la master suite è a prua del ponte principale ed è il massimo del lusso: si parla di un appartamento di 100 mq nel quale è prevista anche la costituzione di uno studio altamente tecnologico e connesso. Sul ponte superiore si è trovato spazio per un vero e proprio osservatorio e la cupola di vetro diventa uno schermo di realtà aumentata per visualizzare la posizione dello scafo ed il cielo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>