Primazona Winter Contest, il calendario

di Valentina Cervelli Commenta

E’ stata presentata la nuova edizione del “Primazona Winter Contest”, giunto alla sua 18esima edizione. Il noto campionato invernale ligure avrà luogo in tre weekend, suddividendo i partecipanti secondo le loro classi.

Ecco come sarà diviso il calendario: i primi due, 28-29 gennaio e 4-5 febbraio saranno dedicati alle classi 470, 420, D-One Laser Standard, Laser Radial e Laser 4.7, mentre l’11-12 febbraio sarà il momento degli Optimist per le categorie Juniores e Cadetti.

Lo Yacht Club Italiano è ancora una volta tra i maggiori organizzazioni di questa serie di regate che da più di un decennio non solo si è distinta per la serietà e la professionalità dell’evento ma anche per il lustro che è in grado di portare alla zona ed alla vela come disciplina sportiva. Il campionato nasce nel 2000 per volontà di Antonio Micillo, a quei tempi presidente della I zona, come occasione di confronto per i velisti nel corso della stagione invernale. Con gli anni l’evento si è così arricchito in partecipazione da attirare anche velisti provenienti dal resto d’Italia, dalla Francia e dalla Svizzera.

Le iscrizioni alla regata chiuderanno il prossimo 23 gennaio per le seguenti classi: 470, 420, D-One Laser Standard, Laser Radial e Laser 4.7. Si concluderanno invece il 6 febbraio per gli Optimist. Ci si attende la partecipazione di almeno 150 equipaggi per i primi due weekend e di 200 per il terzo.

Le aspettative del Comitato I Zona FIV sono di circa 150 equipaggi per i primi due week end e 200 per il terzo. Molte delle imbarcazioni potranno essere ospitate nel piazzale dello Yacht Club Italiano nel periodo dal 27 gennaio al 13 febbraio con la possibilità, spiegano gli organizzatori, di pernottare presso la Scuola di Mare Beppe Croce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>