Yacht Club Marina di Loano Winter Series, al via il calendario invernale

di Redazione Commenta

Con la regata della classe D-One è iniziato il ricco calendario del campionato invernale organizzato dal Yacht Club Marina di Loano in collaborazione con il Circolo Nautico Loano. Il prossimo weekend scenderanno in acqua le classi D-One, Melges 20, Melges 32 e X-35, mentre a dicembre l’unico appuntamento con la vela sarà il 15 e il 16 per le classi Melges 2i replica a gennaio il 12 e il 13 e a febbraio il 23 e 24.

Il commodoro dello Yacht Club Marina di Loano Giorgio Benussi ha voluto presentare di persona il nuovo calendario invernale elogiando il percorso organizzativo che ha portato nella cittadina ligure gli appuntamenti con la grande vela. Un weekend al mese per aggiudicarsi la YCML Winter Series di categoria e non perdere gli allenamenti con l’avvento della stagione fredda.

Sarà infatti un ottimo banco di prova per le classi monotipo partecipare alle regate anche in vista di allenamenti ad hoc per l’imminente stagione 2013 e la possibilità di potersi confrontare con gli altri tattici, gli skipper e i velisti. In gara ci saranno i D-One, le veloci e divertenti derive singole ideate da Luca Devoti nel 2009; i Melges progettati da Reichel – Pugh con le classi 20 e 32, e i X-35 dignati dalla X-yachts.

Oltre alle classi monotipo anche le regate d’altura faranno tappa a Marina di Loano il 15 e il 16 dicembre 2012 e il 5 e il 6 gennaio 2013. In gara le classi ORC e IRC in collaborazione del Comitato dei Circoli del Ponente Ligure. Lo Yacht Club Marina di Loano, costituito proprio quest’anno, si fa promotore dei grandi eventi con lo sport e si afferma come aggregazione socioculturale all’insegna della tradizione e dei valori della nautica. Tra gli eventi ospitati anche l’Azimut Wealth Management, la divisione del Gruppo Azimut dedicata alla gestione dei patrimoni familiari, personali e aziendali dei clienti Private.

lo Yacht Club Marina di Loano sorge all’estremità del molo centrale e si distingue per l’imponente struttura architettonica su progetto di Guido Spadolini, Massimiliano e Roberto Morlacci di Firenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>