Moonwave, catamarano green ibrido ad energia solare

di Valentina Cervelli Commenta

La filosofia green sta fortunatamente conquistando anche il mondo della nautica e l’esistenza di un’imbarcazione come Moonwave è qualcosa di straordinario: parliamo di un catamarano di lusso che è stato in grado di sostenersi nel corso di una traversata dell’Oceano Atlantico a vela grazie a ben 20 metri di pannelli solari.

Questo yacht a vela in carbonio è in grado di lasciare senza fiato. come spiega il capitano della barca:

I motori elettrici di Torqeedo rendono lo yacht più indipendente, più leggero e più rispettoso dell’ambiente. Con il sistema Deep Blue Hybrid, abbiamo acquisito affidabilità, autonomia e prestazioni. Moonwave è diventato più leggero di 3 tonnellate e gran parte di questo è dovuto al nuovo sistema e componenti Deep Blue Hybrid. Ora che disponiamo di così tanta potenza, di una maggiore capacità di stoccaggio e di due sistemi di produzione reali ed efficienti (solare e idrogenerazione), possiamo godere di tutti i servizi di lusso a bordo di Moonwave senza restrizioni o compromessi. Moonwave è la prova vivente che esiste finalmente un sistema ibrido di cui ci si può fidare. Parlano i numeri: 7500 miglia in circa 2 mesi, compresa una traversata atlantica.

Ed è proprio questa nuova leggerezza conquistata che rappresenta uno dei punti di forza di Moonwave che ,grazie allo snellimento della struttura, riesce ad andare decisamente più veloce in navigazione. Non bisogna dimenticare infatti che i saildrive del sistema Deep Blue Hybrid con eliche pieghevoli riducono al minimo la resistenza e sostituiscono un sistema di alberi a scomparsa più pesante dando ovviamente una maggiore spunta al catamarano.

E se la tecnologia è al top, altrettanto lo sono  gli interni, perfetti per assicurare un’esperienza di navigazione estremamente piacevole.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>