Italia coinvolta dalla Ucina Confindustria Nautica

di Redazione Commenta

Tre paesi molto diversi tra loro collaborano insieme per un progetto promosso dal Mise e con la partecipazione di Ucina Confindustria Nautica. I tre paesi in questione sono l’Italia, gli Usa e l’India, e il progetto riguarda un prototipo di piccola imbarcazione dove spicca il design Italiano, ma è stato costruito in India usufruendo della tecnologia e avanguardia Americana. Italia che continua a far parlare di se nel settore dal Salone Nautico all’Italia e il Motoryacht più silenzioso.

Realizzato presso il Chantier de Pondicherry in India, il prototipo dell’imbarcazione è già stato presentato al salone nautico internazionale di Genova, dal professor Pier Federico Caliari, del Dipartimenti di Architettura e Pianificazione del Politecnico di Milano, che si dice più che soddisfatto per il lavoro svolto insieme, e che tale lavoro darà futuri risultati positivi per quel che riguarda la costruzione di scafi leggeri. Il progetto vanta una collaborazione non competitiva, ma di sperimentazione e innovazione, dove paesi come l’Italia e l’America, protagonisti nell’attuale mercato della nautica, si avvalgono del promettente paese Indiano; paesi leader e paesi emergenti lavorano insieme, e il risultato è un gioiello rivolto a molteplici usi, quali la pesca, il dispotismo, il tempo libero, e anche come tender di lusso.

La collaborazione tra paesi apparentemente lontani, ha portato uno scambio di idee e sinergie, molto fruttuose, reciproche e vantaggiose per tutti partners coinvolti. Fino al 6 di ottobre sarà possibile vedere il prototipo al Salone Nautico Internazionale di Genova, a novembre invece sarà presentato presso le più importanti manifestazioni nautiche Statunitensi, come al Fort Lauderdale Boat Show (Florida, USA), mentre nel 2014 il modello si troverà al Dubai Show.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>