Solitaire Du Figaro, Pietro D’Alì e Mc Louis costretti al ritiro: il medico della regata impdisce al navigatore italiano di continuare a causa dell’aggravarsi della congiuntivite virale

di Redazione Commenta


Pietro D’Alì, unico italiano in regata con Mc Louis alla Solitaire du Figaro, è costretto a ritirarsi a causa del peggioramento delle condizioni di salute: il dottor Jean-Yves Chauve (medico della Solitaire) gli ha infatti impedito di continuare per l’aggravarsi della sua congiuntivite virale. Domani Pietro D’Alì e Mc Louis non saranno quindi sulla linea di partenza della terza e conclusiva tappa della regata. Contratta dal navigatore già durante la prima tappa della Solitaire du Figaro, la congiuntivite è molto peggiorata durante gli ultimi due giorni e ha provocato delle lesioni ulcerose al bulbo oculare, causando forti dolori a Pietro e impedendogli di vedere con chiarezza.

“Con l’aiuto del dottor Chauve e dell’oculista abbiamo provato ogni rimedio possibile, antibiotici e cure d’urto – ha detto Pietro, deluso, al telefono – ma non ci sono stati miglioramenti ed è davvero impossibile navigare ridotto così. Il dolore mi impedisce di dormire da due notti e a terra quasi non riesco a camminare perché vedo malissimo. Ho dunque accettato il suggerimento del medico di non partecipare alla terza e ultima tappa, non posso fare altro. Regatare in queste condizioni sarebbe pericoloso per me e per MC Louis: la tappa prevede una lunga navigazione nel canale della Manica che è molto trafficato e richiede massima attenzione. Con la mia vista menomata non è possibile”. Al momento dell’abbandono, Pietro era 16° nella classifica generale su 50 partecipanti.

Dopo il ricovero in ospedale Pietro è stato sottoposto a esami accurati per definire la reale situazione. La congiuntivite virale che lo ha colpito l’ha molto debilitato e la situazione agli occhi è risultata critica. I medici hanno riscontrato la lacerazione della cornea. Pietro resterà in ospedale alcuni giorni per sottoporsi alle cure necessarie prima di poter rientrare in Italia. Dovrà rispettare un lungo periodo di riposo per poter recuperare al meglio in previsione del prossimo impegno che ha in programma: la Cap Istanbul, in solitario su Figaro a metà settembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>