Nerone di Massimo Mezzaroma con Antonio Sodo Migliori al timone e Vasco Vascotto alla tattica si aggiudica l’Audi Farr 40 Cup

di Redazione 825 views0

Spread the love


Chiuso il sipario sulla seconda tappa del Circuito Europeo Farr 40 Mediterranean dopo la quarta e decisiva prova che ha portato in testa alla classifica Nerone di Massimo Mezzaroma. Il maestrale ha ancora avuto voce in capitolo nella regia di gara. Ha spirato a 18 nodi sul primo bordo di bolina per poi salire progressivamente arrivando a sfiorarne 35. Motivo che ha indotto il Comitato di Regata dello Yacht Club Costa Smeralda presieduto da Peter Reggio a ritenere concluso l’evento sportivo.

La prova odierna, giocata al limite delle performance tecniche e strutturali degli scafi, ha visto Mascalzone Latino tagliare primo il traguardo, seguito dai monegaschi di Dangerous But Fun e da Nerone. Ed è infine Nerone che con 12 punti conquista la prima posizione in classifica finale di questa seconda tappa: lo scafo di Massimo Mezzaroma con Antonio Sodo Migliori al timone e Vasco Vascotto alla tattica, colleziona così un altro successo dopo le passate vittorie agli Europei di classe del 2002, 2005 e 2007.

“Abbiamo fatto oggi una buona regata per chiudere al meglio la tappa del circuito. Dopo la partenza – ha commentato Antonio Sodo Migliori – il vento è salito vertiginosamente fino ad oltre 30 nodi ma siamo riusciti comunque a controllare gli avversari e con l’odierno terzo posto sommato ai buoni risultati delle prove scorse, abbiamo vinto. Mi spiace moltissimo che Massimo Mezzaroma non è potuto essere con noi ma l’abbiamo sentito al telefono felice e certamente sarà qui per la Sardinia Cup.”

“Abbiamo regatato come sappiamo fare – ha commentato Vasco Vascotto Tattico di Nerone – il vento ha messo in difficoltà tutti gli equipaggio ed è stato difficile portare a termine queste regate, l’organizzazione dello Yacht Club Costa Smeralda è stata come sempre impeccabile, ora ci aspetta la Sardinia Cup e vogliamo far bene.” Secondo con 13 punti è l’armatore-timoniere australiano Lang Waker che con il suo Kokomo ha rivelato ottime prestazioni nel corso di tutte le regate.

Il bronzo va ai 14 punti di Mascalzone Latino di Vincenzo Onorato, timoniere-armatore che con la recente vittoria di Miami è tre volte campione del mondo della classe Farr. Eccolo il commento a caldo di Adrian Stead, tattico di Mascalzone: “Abbiamo avuto una bella giornata di gara a Porto Cervo, come sempre. C’era un po’ troppo vento verso la fine, fase che è stata molto impegnativa: avevamo 33 nodi nel penultimo bordo prima di girare la boa e sapevamo che i ragazzi di Monaco stavano gareggiando bene. Ci siamo gestiti nonostante il vento forte lavorando molto bene come team e oggi è stato molto divertente”.

Wolfgang Schaefer, Presidente della Farr 40 European Fleet Association, si congratula con i regatanti con questa considerazione: “è stato nel complesso un evento impegnativo, giusto quello che ci si aspetta a Porto Cervo. Abbiamo avuto un tipico maestrale, sfortunatamente siamo riusciti a fare solo 4 gare ma ciascuna è stata molto interessante, specialmente l’ultima. Abbiamo finito con solo 2 punti di differenza tra le prime 3 imbarcazioni: la dimostrazione di quanto sia competitiva questa classe”. QUESTA la classifica.

Nel tardo pomeriggio il Commodoro Riccardo Bonadeo ha premiato i vincitori nel corso della cerimonia che ha avuto luogo presso la Clubhouse dello Yacht Club Costa Smeralda. Sono cinque i team di Farr 40 per i quali il grande gioco della vela continua con l’imminente apertura della storica Sardinia Rolex Cup in programma dal 14 al 21 giugno: Struntje Light, Arctur, Nerone, Mangusta Risk e Mascalzone Latino sono pronti per un’altra avvincente settimana di regate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>