Spread the love


Nella seconda giornata del Campionato Italiano Melges 24 in corso di svolgimento a Cagliari le condizioni meteo hanno permesso lo svolgimento di altre tre prove, portando a sei le regate disputate sino ad ora: tutto come da programma. Anche ieri il vento ha fatto attendere la flotta dei 62 Melges 24 iscritti, ritardando di un’oretta la partenza della prima regata rispetto all’orario prestabilito. Vento più leggero tra i 5 e i 12 nodi di intensità che ha cambiato più volte direzione: da libeccio è passato a scirocco quindi ad ostro.

La prima regata è stata vinta da Flavio Favini che ha così riscattato la brutta giornata di giovedì. Favini ha preceduto nell’ordine Brontolo AB Medica con al timone Matteo Ivaldi e Uka Uka Racing di Lorenzo Santini con Lorenzo Bressani al timone e Francesco Bruni, laureatosi recentemente Vice campione del Mondo classe Farr 40, alla tattica. Bene anche Fratelli Giacomel Audi secondo e Joe Fly quarto. Brutta regata invece per Alina, ventesimo e Alfa Spider che ha chiuso al trentaquattresimo posto

Nella seconda prova vince, un po’ a sorpresa, Gullisara con al timone Carlo Fracassoli che è stato molto concentrato e determinato conducendo la regata sin dalle prime battute. Alle sue spalle Saetta con Nicolò Bianchi, vera e propria rivelazione di questo campionato sino a questo momento, visto che occupa meritatamente la quinta posizione, distanziato di una decina di punti dal vertice. Terzo un buon Alina di Maurizio Abbà. Così gli altri: quinto Joe Fly, sesto Marchingenio con Nicola Celon, ottavo Alfa Spider e nono Uka Uka Racing autore di una prova tutta in rimonta. Blu Moon è solo trentottesimo.

Nella terza ed ultima regata di giornata, grazie ad un’ottima scelta tattica nell’ultimo lato di poppa, Alfa Spider dei fratelli Pavesio si aggiudica la regata passando da ottavo, posizione rilevata all’ultimo giro di boa, a primo. Dietro di lui un convincente Joe Fly che, con questo piazzamento, conquista la leadership provvisoria nella classifica generale. Uka Uka Racing, undicesimo sulla linea del traguardo, è autore di una bella prova di carattere: il team di Santini, ventiseiesimo al passaggio delle prime due boe, nel corso del secondo lato di bolina recupera undici posizioni, virando quindicesimo. Sull’ultimo lato di poppa ne recupera ancora quattro e riesce così a chiudere undicesimo.

Gli altri: Favini è quarto, Bianchi sesto e Ivaldi ottavo.

“Non è stata una delle giornate migliori – commenta il timoniere Bressani – ma diciamo che ci siamo salvati da una situazione che avrebbe potuto compromettere il proseguo del nostro campionato. Mi riferisco all’ultima regata del giorno dove siamo partiti bene, ma incappati in due zone di poca pressione del vento che ci hanno fatto perdere parecchio terreno. Quello di positivo che vedo in quest’ultima regata è il fatto che questi incidenti di percorso possono succedere e la reazione del team è importante. Ci siamo rimboccati le maniche, concentrati e cercato di recuperare il più possibile su una flotta che, in condizioni di vento medio – leggero, esprime delle velocità molto simili. Siamo appena a metà del campionato e i primi otto possono ancora giocarsi il titolo”. Oggi, con partenza alle ore 12, sono previste altre tre prove.

Dopo sei prove, con uno scarto, questa la classifica generale provvisoria:

1) Joe Fly, Maspero – Zandonà 20 punti
2) Uka Uka Racing, Santini – Bressani 22 punti
3) Brontolo AB Medica, Pacinotti – Ivaldi 24 punti
4) Alfa Spider, Pavesio – Benussi 30 punti
5) Saetta, Giovannini – N. Bianchi 30 punti

Seguono altri 57 equipaggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>