Svelare senza barriere, al via a Desenzano del Garda il progetto che coinvolge i diversamente abili nella vela

di Redazione 359 views1

Spread the love

Sabato, 1 marzo, con il primo corso di vela riservato agli educatori prenderà ufficialmente il via “Svelare senza barriere”, il progetto voluto e realizzato dal Gruppo Nautico Dielleffe di Desenzano del Garda in collaborazione con l’Assessorato Caccia e Pesca, Sport e Associazioni della Provincia di Brescia, per affermare ulteriormente l’importanza della Vela come elemento di educazione, recupero, coinvolgimento e reinserimento nel sociale di tutti coloro che vivono nelle diverse abilità, condividendo con i partecipanti un percorso d’impegno emotivo e sportivo che ha alla base la conduzione di una barca a vela nel pieno rispetto dei regolamenti necessari sia per quanto riguarda la navigazione che la vita quotidiana. Il nome dell’iniziativa nasce dalla volontà di “svelare” tanti aspetti che a molti sono, purtroppo, sconosciuti per mancanza d’informazione o per errati pregiudizi. Senza barriere, invece, ha il duplice significato di barriere architettoniche e di barriere mentali, mentre la S vuole essere il simbolo di solidarietà, sociale, simpatia, sicurezza & sorrisi.

Il progetto, infatti, desidera “svelare” gli effetti positivi della vela come strumento di intervento nelle varie aree del disagio sociale, fisico e mentale; il senso di libertà che, grazie alla vela, viene provato dai portatori di handicap; quanto si possa fare per il sociale anche solo con un sorriso, ma sempre in piena sicurezza, con impegno tanto lavoro e professionalità; quanta potenzialità e voglia di imparare c’è nelle persone disabili; “svelare”che la vela deve essere uno sport alla portata di tutti e che l’agonismo delle regate deve essere solo uno degli aspetti finali e non il principale; ed infine, che grazie a questo sport si possono abbattere tante barriere ritenute da molti insormontabili e di consentire ai disabili di praticare la vela anche agonisticamente ma senza ostacoli.

“Da alcuni anni il nostro Circolo dedica un’attenzione particolare al sociale coinvolgendo gli ospiti della Casa di Riposo di Desenzano e di alcune Associazioni. Dopo numerosi incontri che negli ultimi anni abbiamo avuto con le persone diversamente abili quali graditi ospiti a bordo delle barche dei Soci del nostro sodalizio, è stato possibile constatare la gioia e l’interesse che provavano man mano che la barca navigava tra le onde del lago.” ha spiegato il presidente del GN Dielleffe, Gianluigi Zeni “E’ nata così l’idea che tra loro potevano esserne individuati alcuni in grado di apprendere l’arte del navigare a vela non solo in chiave ricreativa ma addirittura in modo competitivo. I primi contatti con esperti velisti per conoscere il loro parere hanno purtroppo attribuito al progetto i connotati di iniziativa impossibile… Diverso, invece, è stato l’esito degli incontri con i responsabili e gli educatori dei diversi servizi nei quali queste giovani sono ospitati. Meraviglioso è stato il termine più ricorrente espresso dagli educatori per descrivere l’entusiasmo suscitato dal nostro progetto.”

In perfetta sintonia con l’iniziativa anche l’Assessore Alessandro Sala, da sempre molto sensibile e vicino a queste problematiche, che ha offerto la massima disponibilità dell’Assessorato da lui presieduto. All’iniziativa hanno aderito subito la Fobas Anffas di Brescia, l’Anffas di Desenzano-Rivoltella e Collaboriamo di Leno ma già altre Associazioni stanno chiedendo di poter essere inserite nel progetto.

Svelare senza barriere si articolerà in più fasi di realizzazione: innanzitutto è stato nominato un Gruppo di Lavoro e sono stati messi a disposizione un gommone, varie attrezzature didattiche e due J24 che saranno utilizzati per i corsi di vela e per le regate del Campionato Provinciale. Sono stati quindi incaricati gli Istruttori e la squadra operativa responsabile dell’assistenza tecnica e della sicurezza. Il programma proseguirà con la realizzazione di corsi di vela mirati riservati agli educatori e ai volontari con i quali le persone sono quotidianamente in contatto all’interno dei vari servizi, e, in un secondo tempo, con i corsi di vela mirati riservati alle persone diversamente abili che hanno manifestato interesse ed attitudine per lo sport velico.

Una volta attuate queste prime fasi, si passerà ai corsi specifici sulla formula del “match-race” e si procederà alla stesura del calendario degli allenamenti e agli abbinamenti per costituire gli equipaggi che si affronteranno nella prima edizione del “Campionato Provinciale per velisti diversamente abili”, appuntamento cloù di Svelare senza barriere 2008. Il “Campionato Provinciale per velisti diversamente abili”, inserito nel calendario ufficiale del Comitato XIV Zona Fiv e in programma dal 19 al 21 settembre, sarà il coronamento dell’impegno di tutta una stagione e un ulteriore momento di aggregazione presso il Gruppo Nautico Dielleffe : “Svelare senza barriere” è sicuramente un progetto ambizioso e impegnativo ma di sicura soddisfazione anche perchè non si esaurirà nell’arco del 2008 ma proseguirà nei prossimi anni coinvolgendo sempre maggiori realtà e Istituti.

Commenti (1)

  1. L’articolo è fantastico e le iniziative in merito vanno sempre appoggiate in ogni contesto utile alla causa.
    La foto utilizzata però si riferisce ad “EMOZIONI” il trimarano varato da EOS VELA MicheleDusi onlus e concepito da un’idea di Valerio Pighi.
    Questa associazione è presente ormai da un decennio a Castelletto di Brenzone (LAGO DI GARDA) dove con le strutture senza barriere messe a disposizione dal CNB (circolo nautico brenzone) svolge ogni sabato una intensa attività di rieducazione integrazione e scuola vela a volontari e diversamente abili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>