Ferretti, cosa si sa del CRN 142

di Valentina Cervelli Commenta

Ferretti Group non manca mai di tenere alta l’attenzione di appassionati ed esperti del settore: non stupisce quindi che stiano man mano uscendo dettagli su quella che è la costruzione del CRN 142 Bespoke, megayacht in alluminio lungo 52 metri, totalmente full custom.

Un progetto importante e interessante

Una imbarcazione che, appare già palese, è destinata ad essere messa al primo posto della gamma offerta dai cantieri, lista che può contare su altri tre yacht, sempre appartenenti alla linea Bespoke e quindi barche fatte su misura per accontentare i clienti più esigenti e che vogliono il meglio. Basti sapere che al momento sono in costruzione, oltre al CRN 142, altri due esemplari rispettivamente lunghi 60, 62 e 70 metri.

Nello specifico CRN 142 è stato progettato dall’ufficio tecnico del brand in partnership con Omega Architects, il quale si è occupato del concept e delle linee esterne in collaborazione con Massari Design che ne ha curato gli interni. Quel che fino ad ora sappiamo di questo nuovo yacht di gamma per il gruppo di certo attira l’attenzione: le linee sono eleganti, armoniose e tese allo stesso tempo e si vede che sono parte di un progetto appositamente messo a punto, che non agisce solo sull’aspetto o l’estetica dell’imbarcazione ma che punta a rendere più efficiente l’intero sistema. Per raggiungere tale obiettivo è stata ottimizzata la carena e sono state studiate appendici per la riduzione della resistenza nella navigazione. Anche il peso generale dell’imbarcazione è stato “ritoccato”, utilizzando alluminio per sovrastrutture e scafo limitando in questo modo il peso.

Lavori di costruzione a buon punto

I lavori relativi al CRN 142 proseguono spediti e dopo la movimentazione dello scafo avvenuta a inizio marzo, i cantieri stanno ora concentrando la loro attenzione sui lavori di carpenteria e falegnameria per poi passare all’imbarco dei motori e proseguire con la preparazione della verniciatura esterna.  L’imbarcazione pur avendo un baglio massimo di 9 metri mantiene il suo profilo basso e filante, sottolineato dalla prua quasi verticale: un insieme che non perde assolutamente sportività.

Al momento ancora non sono noti particolari legati ai consumi, alle prestazioni o al rendimento nel corso della navigazione ma è stato fatto sapere che il nuovo megayacht di CRN punterà ad un equilibrio importante tra l’ampiezza degli spazi esterni e i volumi altrettanto importanti dell’interno. Un effetto raggiungibile anche grazie a grandi finestrature a tutta altezza che esalteranno il senso di spazialità. Lo yacht, composto da quattro ponti, ospiterà una suite armatoriale e 4 cabine VIP per accogliere a bordo fino a 10 ospiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>