Spread the love


Martin Lai, il manager del team cinese, ha detto che si sta impegnando ad aprire la Cina al Powerboat P1. La Cina è già una nazione di riferimento di molti sport, e il CEO del Powerboat P1, Jim O’ Toole, ha detto che il management del campionato sta valutando l’opportunità di correre in Cina nei prossimi anni. Nonostante attualmente viva nel Regno Unito, Lai è estremamente orgoglioso delle sue radici cinesi. In un intervista esclusiva per il nostro sito, ha dichiarato la sua passione per la sua nazione d’origine e di quanto desideri far progredire la competizione in Cina. Sarà una nazione con un’importanza speciale specie considerando tutte le nuove economie emergenti nell’area del Far East.

“La motonautica non è ancora uno sport popolare in Cina – spiega Lai – io però ho già ottenuto molta attenzione nella comunità della nautica per via della mia partecipazione alle gare del Powerboat P1, ma non c’è ancora un interesse generale. Per me sarebbe fantastico correre in Cina, sarebbe meraviglioso anche per l’industria nautica locale. C’è una crescente industria della nautica che non è ancora stata ben esposta ai mercati occidentali. Ma io sono già stato contattato da un costruttore cinese che avrebbe interesse a essere coinvolto nel Powerboat P1. E’ sicuramente una proposta che devo considerare, ma prima devo accertarmi che possa offrire un pacchetto competitivo. Io credo che potrei essere una delle prime “porte” per il mercato cinese al resto del mondo tramite questo meraviglioso sport. Sarebbe davvero fantastico”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>