Spread the love


Il passaggio di una perturbazione ha provocato una leggera pioggia ieri sera su Qingdao, e oggi sui campi di regata è previsto vento un po’ più sostenuto del consueto: dai 5-6 nodi della brezza tipica dei giorni precedenti, a 8-9 nodi. Saranno impegnate in gara ben 7 classi (sulle 11 categorie olimpiche della vela): quella di oggi è la seconda giornata del programma olimpico della vela per numero di classi impegnate: il massimo sarà 10, nella giornata di sabato 16. Al momento, ore 12:26 a Qingdao, circa mezz’ora dalla partenza delle prime regate, sulla baia soffia un vento a 14.15 nodi. Per la vela azzurra è il giorno atteso dell’esordio dei windsurf e di Alessandra Sensini. Previste due prove. La campionessa toscana (un oro e due bronzi in cinque Olimpiadi) è pronta e il vento un po’ più forte di oggi potrebbe esserle di aiuto. Le avversarie non mancano, a cominciare dalla veterana neozelandese Barbara Kendall, per proseguire con la cinese Yin Jian, la francese Faustine Merret (oro ad Atene 2004), la spagnola Marina Alabau.

In campo maschile esordio olimpico per il ventunenne bolzanino Fabian Heidegger: tanti per lui i campioni da imitare e disturbare, il brasiliano Ricardo Santos, il francese Julian Bontemps, l’inglese Nick Dempsey, l’olandese Casper Bouman, il portoghese Joao Rodrigues, il kiwi Tom Ashley. Incertezza e grandi campioni anche nella classe 470 maschile. Due le prove in programma. Qui gli azzurri Gabrio Zandonà (romano) e Andrea Trani (goriziano) sono a pieno titolo nel folto gruppo dei migliori, di cui fanno parte almeno una decina di equipaggi, tra cui gli argentini Conte-De La Fuente, gli australiani Wilmot-Page, i croati Fantela-Marencic, i francesi Charbonnier-Bausset, gli inglesi Rogers-Glanfield, gli israeliani Kliger-Gal, i fratelli olandesi Coster, i portoghesi Marinho-Nunes.

Situazione simile anche per il 470 femminile. Le azzurre Giulia Conti (romana) e Giovanna Micol (triestina) sfidano le migliori: le australiane Reichichi-Parkinson, le francesi Petitjea-Lemaitre, le inglesi Bassadone-Clark, le giapponesi Kondo-Kamata, le olandesi De Knoning-Berkhout, le americane Clark-Mergenthaler, sarà battaglia all’ultimo bordo. Continuano intanto le regate per i 49er acrobatici: Pietro e Gianfranco Sibello ripartono dall’ottimo 2° posto dopo le tre manche inaugurali di ieri, l’obiettivo è restare nei quartieri alti della classifica.

Le classi Yngling e Finn sono alla terza giornata consecutiva di regate, due al giorno: oggi per loro previste la quinta e sesta prova. Nel triplo femminile a chiglia Yngling, le azzurre Chiara Calligaris, Francesca Scognamillo e Giulia Pignolo devono cercare di uscire dalla scomoda ultima posizione in classifica. Nel singolo pesante Finn, Giorgio Poggi è impegnato a tornare in corsa per avvicinarsi alla decima posizione che potrebbe valere la qualifica per la Medal Race.
(da federvela.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>