La sfida di Margherita Pelaschier come testimonial di LIBERA LA VITA LIBERA LE VELE è ormai giunta alle ultime battute. Domenica 20 aprile la velista di Monfalcone verrà festeggiata allo Yacht Club Italiano di Genova dove è previsto il suo arrivo per le ore 11.30.

Margherita aveva attraversato lo stretto di Messina nelle prime ore del 15 aprile scorso e aveva poi continuato la sua navigazione con vento di maestrale e mare molto formato fino alla tarda serata dello stesso giorno. Giunta nel golfo di Palinuro aveva deciso di fermarsi a ridosso in una baia poiché le condizioni delle onde non le permettevano di mantenere la velocità e quindi di proseguire.

Una scelta molto saggia che le offriva la possibilità di riposare qualche ora in tranquillità per poi riprendere la navigazione, all’alba del giorno seguente, con condizioni meteo più favorevoli. Dopo qualche ora di venti leggerissimi infatti a quel punto la direzione del vento si stabilizzava da scirocco andando mano a mano aumentando per permetterle di navigare in andature portanti, condizione che rimarrà tale fino al suo arrivo nel capoluogo ligure.

Al rilevamento di questa mattina Margherita si trovava in avvicinamento a Civitavecchia con un vento da sud-est di intensità intorno ai 15 nodi e sole splendente dopo un brutto temporale che ha dovuto attraversare ieri. Fra circa 200 miglia Margherita Pelaschier si troverà al traverso di Livorno/Firenze e idealmente manderà un saluto e un pensiero ai bambini in cura all’Ospedale Pediatrico Meyer del capoluogo toscano.

Ricordiamo che la sfida della velista di Monfalcone consiste nella circumnavigazione in solitario dell’Italia iniziata allo Yacht Club Adriaco di Trieste il 6 aprile e che si a Genova per portare i messaggi di solidarietà a favore di A.B.C. (Associazione Bambini Chirurgici) Burlo onlus. Sulla barca con Margherita viaggiano anche i disegni realizzati dai bambini della chirurgia in cura all’Ospedale Pediatrico Burlo Garofalo da portare, legati a tanti piccoli peluche Trudi, ai bambini nelle stesse condizioni all’Istituto Giannina Gaslini di Genova.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>