Niente di nuovo nel golfo di Hauraki: il vento fa i capricci, un giorno è troppo, il più delle volte è poco o nullo. L’estate australe sta finendo e il Mondiale Laser Radial, che chiude la grande stagione iridata tra Australia e Nuova Zelanda per la vela olimpica, si sta trasformando in una clamorosa lotteria. Molte delle favorite annaspano, su tutte le due statunitensi Page Riley e Anna Tunnicliffe, ma anche la lituana Volungevicute, tra le big della stagione, tutte staccate e vittime di prove disastrose o avarie nel giorno di vento forte. In testa resiste ispirata la francese Sarah Steyaert 811 punti), davanti alla belga Evi Van Acker (12) e alla polacca Katarzyna Szotynska (32).

La lotta azzurra in questo mondiale che potrebbe valere quale selezione olimpica definitiva, vede ben piazzata la giovane Francesca Clapcich, 37° con almeno due buone manche (26-15-33-15), mentre la più matura rivale Larissa Nevierov non sembra aver trovato nell’Hauraki esperienza o idee, ed è solo 59° (24-25-49-21). Più indietro le altre: 100 Giovanna Valsecchi, 112 Maria Graziani, 114 Matilde Fabbri. Il Mondiale radial termina giovedi 20 marzo, si spera in una volata finale che renda più plausibile tecnicamente il campionato.
(da federvela.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>