Borsa del Turismo Nautico, convegno “Sport e Nautica: fattori di sviluppo per il Mezzogiorno”

di Blogger Commenta

Borsa del Turismo Nautico, convegno "Sport e Nautica: fattori di sviluppo per il Mezzogiorno"
La Coppa America come grande occasione persa per il rilancio del territorio. E ora spazio a tante iniziative volte a creare sinergie tra enti locali, Coni e associazioni di settore per lo sviluppo degli sport nautici e del turismo ad esso legato. Se ne è parlato nel corso del convegno “Sport e Nautica: fattori di sviluppo per il Mezzogiorno”, moderato dal giornalista Sergio Troise e organizzato nell’ambito della Borsa del Turismo Nautico svoltasi al porto di Marina di Stabia.

Dettagliata l’analisi di Davide Tizzano, che ha puntato soprattutto sulla necessità di dotare le nostre aree di idonei impianti sportivi, come accaduto a Valencia in occasione della Coppa America. “Qui ci sono impianti che risalgono al 1960: la Coppa America a Napoli avrebbe potuto fare molto in termini di sviluppo degli sport nautici e del turismo”. Poi l’intervento di Massimo Massaccesi, presidente Yacht Club Capri: “Abbiamo dato un forte impulso alla realizzazione di iniziative. Ma tanto altro bisogna fare, magari creando sinergie anche con il Marina di Stabia”.

“Sarebbe un peccato – ha aggiunto il giornalista Francesco De Luca – se altre manifestazioni a carattere internazionale, dopo la Coppa America, fossero dirottate in altre città. Napoli e la sua provincia hanno una grande tradizione di sport legati al mare. Proprio Castellammare ha avuto i fratelli Abbagnale, ex compagni di Tizzano. Senza dimenticare la napoletana Ginevra Gentile, campionessa di sport d’acqua a sedici anni, e i successi dei napoletani Testa, Cangiano e Cola e prima di loro del tandem Gioffredi-Di Meglio nella motonautica”.

Sottolineata durante il convegno anche la mancanza di sostegno, in molte occasioni, da parte degli enti locali. “CONI e federazioni sportive – annuncia Domenico Scognamiglio in rappresentanza del presidente regionale del CONI, Giovanni Ugatti – devono collaborare per lo sviluppo nautico e per realizzare eventi volti ad attirare turisti che siano spettatori o partecipanti in prima persona alle manifestazioni nautiche”. Fabio Borghese, amministratore delegato di Baia di Napoli ha presentato il progetto “Napoli da mare” che divide il territorio da Cuma a Castellammare in macro aree (Flegrea, Napoli città, Miglio d’Oro, Stabia) per valorizzarle dal punto di vista turistico.

A margine del convegno il giro in barca per numerosi visitatori della BTN, a bordo delle imbarcazioni del “Centro Rimessaggio Baia Rovigliano” con tanto di aperitivo a bordo con i vini della cantina Podere del Tirone. Quaranta i charter in esposizione e venti gli stand di operatori del settore impegnati alla BTN, unica manifestazione italiana dedicata alla divulgazione del comparto turistico attraverso la formula charter. A Marina di Stabia presente nel corso dell’evento anche il sindaco di Castellammare Salvatore Vozza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>