Project Spyder, megayacht italiano

di Valentina Cervelli 861 views0

Spread the love

Project Spyder è uno yacht da 88 m destinato a lasciare il segno soprattutto nel mercato statunitense. Notizia della vendita di questo mega yacht è stata diffusa lo scorso martedì 7 Marzo da The Italian Sea Group in collaborazione con Espen Oeino International.

Eleganza e ricerca di perfezione per Project Spyder

È stato proprio Giovanni Costantino, fondatore ceo di The Italian Sea Group a dare la notizia attraverso una nota, sottolineando come Project Spyder abbia dato modo di confermare il successo mondiale di Admiral all’interno del mercato della nautica di lusso. Il nome completo di questa imbarcazione è infatti Admiral 88 m Project Spyder.

Una vendita questa che sottolinea quanto il gruppo navale sia stato in grado negli ultimi tempi di mantenere il suo ruolo basilare all’interno del settore collaborando con firme importanti del mondo nautico. La consegna di Project Spyder è prevista per il 2027 e la vendita di per se stessa rappresenta ancora una volta quanto il made in Italy, in ogni senso, abbia valore in questo mercato.

Anche quando e soprattutto quando a essere coinvolto è un armatore caratterizzato da forte perspicacia e da attenzione ai dettagli. Tutti gli interlocutori che hanno dato vita a questa imbarcazione hanno lavorato per raggiungere la perfezione sotto ogni punto di vista. Tale impegno ha portato alla realizzazione di interni ed esterni di questo mega yatch per offrire eleganza e performance di alto livello.

Comfort e linee moderne per interno ed esterno

Project Spyder è stato progettato per dare all’armatore spazi ampi caratterizzati da alta vivibilità e comfort. Le linee sono di tipo elegante e moderno e l’imbarcazione si sviluppa su 5 ponti. Per un totale, come già anticipato,  di 88 m di lunghezza e 13,8 di larghezza. Offre una beauty massage room, un bar e una spa. Ma anche 100 m quadri di Beach club con quattro portelloni apribili a uso terrazza. Non mancherà inoltre una piscina di 10 m circa comprensiva di tre skylight.

Per quel che riguarda l’ospitalità, Project Spyder prevede la presenza di 9 cabine ospiti con una master cabin in a tutto bagno e terrazzino privato. Non mancano due tender da 8,5 e 10 m e una dotazione di diversi water toys all’interno del garage. La pickeball court potrà essere utilizzata all’occorrenza come un helipad o un campo da basket.

Attenzione ai dettagli si, anche per quel che concerne la carburazione. Questa sarà proposta con un sistema di propulsione innovativo diesel-elettrico puntando su due Azimut veth Thruster da 1980 Kw. Insomma, una imbarcazione che ne farà vedere delle belle al momento della sua consegna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>