PC Design presenta “ITALIA” e vince

di Alba D'Alberto Commenta

E vince il Millenium Yacht Design Award 2016. Questo è il grande risultato di PC Design che conferma le qualità ingegneristiche del made in Italy. Le dichiarazioni seguite al conseguimento del premio sono un indiscutibile attestato di stima e riconoscimento nei riguardi di PC Design, uno studio fondato dai designer Matteo Cappellazzo e Mattia Piro. Scrive la Giuria del 13° MYDA – Millennium Yacht Design Award, nell’ambito del Seatec 2016 di Carrara:

Progetto che dimostra un livello di maturità professionale, completo e originale negli aspetti compositivi e nelle soluzioni di dettaglio.”

Una motivazione importante per il premiato PC DESIGN alla luce del progetto del M/Y “ITALIA”, nella categoria Esordienti, sezione Nuovi Progetti.

«Il futuro è qui perché “ITALIA” è il futuro.» – spiega Mattia Piro, co-fondatore e chief designer di PC DESIGN – «”ITALIA” è speciale perché nuova e diversa non nella forma ma nella soluzione, coi conseguenti benefici che ne derivano.». «Siamo molto felici e orgogliosi per questo riconoscimento» – aggiunge Matteo Cappellazzo, co-fondatore e chief designer di PC DESIGN – «e siamo adesso alla ricerca di un armatore per questa imbarcazione unica nel suo genere.».

Come scrive anche Nautica.it

“ITALIA” è un’imbarcazione sportiva ed esclusiva di 25 m il cui nome è un omaggio al Made in Italy e all’Italia stessa, riferimento internazionale per design, stile e moda. Questo hyper yacht unisce le alte prestazioni al fascino di un capolavoro: capace di superare il limite dei 50 nodi in navigazione, offre al contempo spazi interni lussuosi e curati, combinando ingegneria e scienza, estetica ed arte. Le particolarità più rilevanti sono l’avanzamento della sovrastruttura verso prua, l’ampio main deck – pozzetto con finestrature sulla sala macchine e l’altissimo livello delle tecnologie installate.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>