Nautica e Orologi: una storia che si rinnova

di mar Commenta

Il rapporto tra nautica e orologeria è antico e praticamente indissolubile: basta pensare al fatto che per molti versi, ‘l’arte dell’orologio’ si è sviluppata ed evoluta proprio per rispondere alle necessità della navigazione; un rapporto che con gli anni si è fatto più saldo, evolvendo in base al mutamento dei costumi, ad esempio con la nascita di tutto il filone dei cronometri da regata.

L’industria degli orologi ha così trovato nel settore nautico uno dei suoi sbocchi, anche attraverso partnership e sponsorizzazioni.

Non meraviglia dunque che tra le principali case produttrici, diffusissimi siano prodotti e iniziative legate al settore nautico: in cima alla lista c’è ovviamente Rolex, sponsor di un gran numero di eventi, presente anche in occasione dell’ultimo Salone Nautico di Genova, che trai suoi testimonial può contare su skipper blasonati come Paul Cayard e Robert Scheidt; trai prodotti dedicati agli sportivi del settore, lo Yacht-Master II, con memoria meccanica per programmare il conto alla rovescia delle fasi di pre-partenza.

L’italiana Panerai, che può vantare un rapporto di eccellenza con la Marina italiana che affonda le radici ai primi del ‘900, è anch’essa organizzatrice di eventi, come ad esempio il il Panerai Classic Yachts Challenge, dedicato alle imbarcazioni d’epoca; alla manifestazione è legata ogni anno l’emizzione di una serie speciale di orologi in edizione limitata.

La francese Hublot è legata a doppio filo alle iniziative dello Yacht Club di Monaco, di cui è cronometrista ufficiale; a Monaco è attiva anche Ulysse Nardin, recente sponsor del Monaco Yacht Show, in occasione del quale ha emesso una tiratura limitaa del suo ‘Executive Dual Time.

Specializzata nella cronometraggio di eventi sportivi è la TAG Hauer, che attualmente sostiene lo skipper in solitaria Simone Gesi, mentre un altro famoso velista, Franck Cammas, sarà appoggiato da JeanRichard in occasione della prossima Volvo Ocean Race.

Quando si parla di cronometraggio sportivo, comunque, non si può fare a meno di menzionare Omega, giò cronometrista ufficiale dell’America’s Cup, e oggi sponsor di Emirates Team New Zealand.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>