Audi MedCup: Quantum Racing sopra tutti a Cascais

di Blogger Commenta

Un’altra giornata caratterizzata da condizioni meteo favolose, ha fatto da cornice alle ultime due regate del Trofeo di Cascais, prima tappa del Circuito Audi MedCup, con vento fino a 24 nodi e mare formato. Lo spettacolo non è quindi mancato nemmeno oggi, con tante emozioni in ogni singolo bordo.

Sopra tutti, Quantum Racing
Mattatori della giornata, sono stati gli americani di Quantum Racing, che con una doppietta hanno allontanato ogni possibilità di recupero da parte degli inseguitori, con Audi Azzurra Sailing Team e Container in caccia del primo posto. Vittoria dunque per il team americano, che grazie alla nuova barca e all’esperienza di Ed Baird, non sembra aver risentito minimamente né della partenza di Terry Hutchinson, né delle numerose modifiche nell’equipaggio. E le 5 vittorie su 9 regate (e 19 punti totali) ne sono la piena dimostrazione.

Gioia Container, sfortuna Azzurra
Dietro a Quantum Racing, la lotta per il secondo posto in classifica fra Container e Audi Azzurra Sailing Team, è stata serrata fino agli ultimi metri dell’ultima regata, al termine della quale, grazie a una strepitosa rimonta di poppa, il team italiano è riuscito a chiudere la regata davanti a Container: una posizione che però non è bastata a Bruni e Vascotto per portare a casa il secondo posto, sfuggito per un solo punto. Tanto rammarico a bordo della barca italiana, soprattutto per alcuni episodi sfortunati in cui è incappato oggi il team, fra un palamito incastrato nella chiglia (nella prima prova) e il sistema del retriever incattivito nel sacco dello spi (nella seconda), che ha costretto gli italiani a tagliare la cima abbandonando la vela in acqua. Se il secondo posto per Container (a 31.5 punti) è davvero ottimo per un team esordiente nel Circuito, anche la terza piazza di Audi Azzurra Sailing Team (a 32.5 punti) non può che far ben sperare in vista dei prossimi appuntamenti, con il team italiano (una vittoria qui a Cascais) che può contare su una barca molto veloce (soprattutto di poppa) e in un equipaggio davvero affiatato.

Alti e bassi per Synergy e RÁN
Dietro Audi Azzurra Sailing Team, chiudono al quarto posto i russi di Synergy Russian Sailing Team (37 punti), che hanno alternato ottime prestazioni (vittoria nella prima regata del Trofeo, e secondo posto nell’ultima), a regate con troppi errori. Al team del navigatore italiano Francesco Mongelli, rimane comunque la soddisfazione di aver girato quasi tutte le boe fra le barche di testa, dimostrando notevoli passi avanti rispetto all’anno passato. Dietro a Synergy, quinto posto a 40.5 punti per un altro team esordiente, lo svedese RÁN di Niklas Zennström. Dopo un avvio difficile, l’equipaggio e il timoniere hanno dato l’impressione di migliorare sempre più il feeling con il Circuito, chiudendo oggi con due terzi posti, e andando addirittura a vincere la costiera di ieri.

Chiudono Bribon e Audi All4One
Sesto posto, invece, per lo spagnolo Bribon (47.5 punti), che nonostante abbia a disposizione la barca più vecchia del Circuito (l’ex Matador varato nel 2009), ha comunque dato segnali di ottima vela, andando anche a vincere una delle prove portoghesi. Sembra invece aver bisogno di ancora un po’ di tempo per “capire” meglio la nuova barca, il team franco tedesco di Audi Sailing Team powered by ALL4ONE (58 punti), ultimo qui a Cascais nonostante un potenziale davvero immenso.

Iberdrola conquista la 40 Series
Fra i Soto 40, che hanno fin da subito dimostrato la loro spettacolarità, è Iberdrola Team a imporsi nel Trofeo di Cascais, grazie a un totale di 4 vittorie su 8 gare. Dietro agli spagnoli, il duo di casa composto da XXII Portuguese Team e Bigamist ha comunque regalato alcune gioie ai propri tifosi, con Bigamist capace di conquistare anche due vittorie. Vittorie non sufficienti però a garantirgli il secondo posto in classifica, centrato da un XXII più costante nei risultati. Quarta e quinta posizione, infine, per l’argentino Patagonia e il britannico Ngoni, con entrambi i team capaci comunque di conquistare una vittoria a testa.

Premio owner driver
Quest’anno, per la prima volta all’Audi MedCup, è previsto anche un premio speciale per i migliori armatori-timonieri del Circuito. A vincere il Trofeo owner-driver qui a Cascais, sono stati Niklas Zennström di RÁN nella 52 Series e Norberto Álvarez di Patagonia nella 40 Series.

Prossima fermata, Marsiglia

Concluso il Trofeo di Cascais, il Circuito Audi MedCup si sposta ora in Mediterraneo, dandosi appuntamento, dal 14 al 19 giugno, nella città di Marsiglia.

Risultato finale Trofeo di Cascais:

52 Series

1. Quantum Racing (USA), 3+3+5+1+1+1+3+1+1= 19 punti
2. Container (GER), 2+2+4+3+3+3+7,5+2+5= 31,5 punti
3. Audi Azzurra Sailing Team (ITA), 5+1+2+2+6+2+4,5+6+4= 32,5 punti
4. Synergy Russian Sailing Team (RUS), 1+6+3+4+4+6+6+5+2= 37 punti
5. Ràn (SWE), 6+4+6+5+7+5+1,5+3+3= 40,5 punti
6. Bribón (ESP), 4+7+1+6+2+7+10,5+4+6= 47,5 punti
7. Audi Sailing Team Powered by All4One (GFR), 7+5+7+7+5+4+9+7+7= 58 punti
8. Gladiator (GBR), 9DNC+9DNC+9DNC+9DNC+9DNC+9DNC+13,5 DNC+DNC+DNC=85,5 punti

Vincitore trofeo owner driver: RÁN

40 Series

1. Iberdrola Team (ESP), 1+1+2+2+3+1+2+1=13
2. XXII Portuguese Sailing Team (POR), 3+2+4+3+2+2+4+3=23
3. Bigamist (POR), 2+4+3+1+1+5+3+6 DNF=25
4. Patagonia (ARG), 4+3+1+4+5+4+5+2=28
5. Ngoni (GBR), 5+5+5+6DNF+4+3+1+4=33

VIncitore trofeo owner driver: Patagonia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>