Vele d’epoca: il secondo Trofeo Gerry Zaccagni assegnato allo yacht Latifa

di Redazione 248 views0

Spread the love

Una delegazione delle Vele Storiche Viareggio ha partecipato alle regate dell’Aethalia Epoca Race – manifestazione riservata a imbarcazione d’epoca e classiche organizzata dall’AIVE in collaborazione con Circolo della Vela Marciana Marina – contribuendo alla manifestazione con l’istituzione di sfide dirette in tempo reale durante una delle tre prove disputate e con l’assegnazione del II Trofeo Gerry Zaccagni, intitolato a uno dei soci fondatori dell’Associazione Italiana Vele d’Epoca.

Istituito per il secondo anno consecutivo dalla famiglia Zaccagni in collaborazione con il CVMM, il Trofeo dedicato a questo uomo di mare, antesignano della riscoperta dei valori dello yachting d’epoca, è un riconoscimento che viene attribuito a un’imbarcazione di importante valore storico e progettuale il cui equipaggio abbia saputo unire all’attenzione nel restauro e nella manutenzione passione e capacità nell’arte di navigare. Per il 2009 il Trofeo – un modello mezzo scafo di 20tonner francese – è stato assegnato dalla allo yacht Latifa, progetto e costruzione di William Fife III del 1936, reduce da una traversata atlantica in solitario al comando del suo armatore.

Latifa può essere considerata una delle barche più importanti costruite dal cantiere Fife – e quindi nel mondo – su progetto di William Fife III. La sua particolare poppa a canoa unita all’andamento del suo cavallino conferiscono alla barca una grazia ed una leggerezza uniche, nonostante la poderosa robustezza delle sue strutture in acciaio che sostengono il suo fasciame in teak. Fino dalla sua origine le linee di Latifa suscitarono ammirazione, al punto che un modello della barca svetta tutt’ora come segnavento sulla punta del campanile del villaggio di Fairlie in Scozia, dove sorgeva il prestigioso cantiere.

La barca fu costruita per Michael Mason commodoro del Royal Ocean Racing Club, grande regatante, e tra il 1936, anno della sua costruzione, e la fine degli anni 40 le riviste e le pubblicazioni nautiche dell’epoca sono costellate da foto e descrizioni di vittorie in regata di questo magnifico yacht.

Dal 1976 Latifa è nelle mani di un armatore colto e grandissimo navigatore e marinaio, Mario Pirri, che la mantiene in maniera impeccabile e continua a compiere imprese e navigazioni molto importanti. Numerosissime le sue traversate dell’Atlantico per e da i Carabi, generalmente una traversata ogni 2 anni, molte delle quali in solitario. Nel 1999 Latifa ha anche effettuato un viaggio attorno al mondo con tutta la famiglia Pirri a bordo.