Oggi al via la prima edizione di Vela&Vela Trieste Sail Expo

di Redazione Commenta

Fare quadrato, superare il concetto di concorrenza per proporre un evento fieristico voluto direttamente da produttori, dealer e importatori, che focalizzi l’attenzione solo sulle barche nuove in vendita. Si inaugura oggi – cerimonia alle 11, ma imbarcazioni disponibili dalle 10 – la prima edizione di Vela&Vela Trieste Sail Expo, una particolare esposizione di barche a vela nuove realizzata da dealer, importatori, rappresentanti e costruttori dei principali cantieri nautici europei a Porto San Rocco. Una sorta di “porte aperte” del settore nautico, l’occasione per veder riuniti lungo gli stessi moli gli scafi attualmente sul mercato, in misure variabili dai 27 ai 55 piedi, con qualche digressione nel mondo delle derive (il fantastico Bic per bambini, l’acrobatico Moth) e negli scafi da sei metri.

64 i modelli in esposizione in mare, tra i quali una anteprima europea (il nuovo First 40 della Beneteau, il cui allestimento è terminato in questi giorni) alcuni gioiellini, come l’Elan 450 a 4 cabine (versione “Team”, pensata per crociere veloci e regate), il curioso prototipo Nuvolari Lenard 47, concessione alla vela dell’architetto navale (di motoscafi) Dan Lenard, i monotipi da 9 metri e 90 acquistati (si chiamano “The one design” saranno in tutto 14) per realizzare eventi a match race e di flotta in Alto Adriatico, progettati dallo sloveno Justin. E ancora, i più noti marchi, come Grand Soleil, Bavaria, Comet, X yacht da crociera e regata. Per gli intenditori, il meglio della produzione locale (in esposizione tra gli altri il 48 piedi Solaris della Serigi di Aquileia), i piccoli Zero One Design, i piccolissimi moth che volano sull’acqua, e gli emergenti Salona e Sly, i classici Hanse e Sunbeam: quest’ultimo marchio propone tra gli altri il piccolo 30.1, una imbarcazione a tutti gli effetti “natante” per le leggi italiane, che mantiene la ricerca costruttiva tipica del cantiere austriaco. Insomma, i contenuti non mancano, e nemmeno le prospettive futuro, visto che l’evento ha fatto da catalizzatore e i diretti organizzatori si sono riuniti in una associazione “Vela&Vela” , presieduta da Gennaro Coretti per portare avanti una promozione comune e far sentire una voce unica nel mondo della vela spesso, negli eventi fieristici, passata in secondo piano a vantaggio del settore motore che in tutta Italia, ma non in Alto Adriatico, rappresenta il 60 per cento del mercato. In Friuli Venezia Giulia, il dato è completamente rovesciato: ogni dieci barche, 6 in Regione e 8 a Trieste sono barche a vela, con buona pace degli appassionati di motori.
L’evento si apre oggi, e le banchine saranno a disposizione, a ingresso gratuito, fino a lunedì 30 marzo alle 18. Gli scafi sono stati ormeggiati lungo i due principali moli di Porto San Rocco, di fronte alla piazzetta, e il percorso dell’evento sarà segnalato in modo da convogliare i visitatori lungo le banchine e al centro congressi, dove sono stati allestiti dei salottini per permettere di raccogliere materiale illustrativo e incontrare i tecnici di ogni marchio.
Sunbeam, T-yachts e The One design, Delphia, Rustler, X- Yachts, Salona, Seascape, Vismara, Beneteau, Baltic, Bavaria, Comar, Grand Soleil, Elan, Arya Yachts, Blade Rider, Hanse, Sly Yachts, Solaris, 2emme marine, Bic, Zero, Viko, Rimar e Nuvolari-Lenard sono tutti i marchi presenti all’esposizione: accanto alle barche, anche le persone, ovvero i tecnici addetti alla vendita, in grado di dare risposte concrete e immediate a tutti gli appassionati.
“Un evento che punta direttamente all’essenza della nautica – ha dichiarato il direttore di Porto San Rocco, Roberto Sponza – e si rivolge a coloro che vogliono acquistare una barca. Una formula diversa dal concetto di fiera dove si riuniscono prodotti e servizi in senso lato. Chi vuole comprare una barca, o anche solo tenersi informato sui nuovi modelli e sulle evoluzioni del mercato avrà a disposizione una ampia panoramica e le persone giuste per un confronto”.