Il Reale Yacht Club Canottieri Savoia e Mascalzone Latino hanno accettato l’invito dell’America’s Cup Management a prendere parte al meeting dell’11 novembre svoltosi presso la Société Nautique de Genève a Ginevra. Ai rappresentanti dei team è stato chiesto di firmare un accordo di non divulgazione, al fine di mantenere strettamente riservati i contenuti dell’incontro.

Alessandra Pandarese, presente in rappresentanza di Mascalzone Latino, ha espresso la ferma opinione che, viste le attuali circostanze, la discussione dovrebbe essere aperta a tutte le parti interessate, quindi anche al Golden Gate Yacht Club. Pertanto, Mascalzone Latino ha deciso di non sottoscrivere tale accordo. In risposta a questa decisione, la rappresentante di Mascalzone non è stata ammessa all’interno della stanza in cui si è svolto il meeting e non le è stato permesso di spiegare la posizione del team ai convenuti.

“Ci dispiace di non essere stati ammessi alla riunione odierna. Non capiamo le ragioni di tale segretezza e le ragioni che hanno determinato l’esclusione del Golden Gate Yacht Club – ha detto Vincenzo Onorato – Un’altra opportunità di discutere in modo aperto è stata persa, ma confido che tutti i challenger, incluso il Golden Gate Yacht Club, e il defender si riuniscano in un altro meeting il più presto possibile.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>