Powerboat P1, Cangiano: “Gare ravvicinate sono segno di regole giuste”

di Redazione 226 views0

Spread the love


Il team manager e throttleman dell’imbarcazione #88 Kiton Outerlimits Giancarlo Cangiano, già campione del mondo Powerboat P1, ha detto che la qualità delle gare nel 2008, così ravvicinate, dimostra che le regole sono giuste e non devono subire modifiche significative per il 2009. Sei differenti team nel 2008 sono stati infatti in grado di vincere delle gare, e tutti i team sono stati almeno una volta sul podio. Nella SuperSport, #44 Conam Yachts ha vinto tutte le gare eccetto una, ma la qualità della competizione in tutto il resto delle posizioni in classifica è stata estremamente intensa, con tutti gli altri team -eccetto uno- che si sono alternati sul podio nel corso della stagione.

Il nuovo rapporto peso/potenza introdotto quest’anno ha rispettato gli scopi di contenere i costi dei team e garantire un livello di prestazioni quanto più omogeneo, nonostante le differenza fra gli scafi e fra i tipi di motorizzazione. Il controllo dei motori e delle performance ha anche aiutato a eliminare ogni possibile manomissione delle componenti vitali da parte dei team. La stabilità delle regole aiuterà sicuramente i team ad aumentare le performance nelle stagioni a venire e Cangiano pensa che la qualità nelle competizioni sia già stata raggiunta, puntando la sua attenzione su un aspetto determinante: “Sono sorpreso dal livello delle performance raggiunto dai team di Powerboat P1 quest’anno – dichiara Cangiano – dobbiamo riflettere e discutere, non in merito alle regole, ma su come farle rispettare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>