Apreamare al Festival de la Plaisance con una flotta di 7 imbarcazioni, quattro gozzi e tre Maestro

di Redazione Commenta

Spread the love


Apreamare, lo storico cantiere sorrentino, non poteva mancare al prestigioso appuntamento annuale di Cannes, dove, anche quest’anno, è presente al Vieux Port con la propria flotta al completo. Che si tratti di un gozzo reinterpretato o di un Maestro, la recente linea di barche che continua a riscuotere consensi, Apreamare occupa un ruolo specifico nel cuore di tutti i diportisti che prediligono imbarcazioni capaci di coniugare design e comfort senza mai perdere di vista il contatto diretto con il mare.

L’appuntamento di Cannes rappresenta per Apreamare un’imperdibile opportunità per garantirsi una presenza di primo piano in una delle aree geografiche di maggiore successo per il Cantiere, la Costa Azzurra, nonché un’occasione per potenziare la propria presenza nel mercato francese. Durante l’importante rendez – vous, Apreamare propone sette imbarcazioni:

APREAMARE 32′ OPEN
Le linee esterne, morbide e sinuose dell’Apreamare 32 open si ispirano alle tradizionali imbarcazioni marinaresche della penisola sorrentina, curate da un trattamento del tutto attuale nel rispetto delle esigenze del moderno diportista alla ricerca del carattere sportivo. A prua l’ampio prendisole, utilizzabile anche in navigazione, conferisce all’imbarcazione quel carattere “frizzante” racchiudendo in se il “valore storico” che ha sempre contraddistinto il cantiere Apreamare. Il layout di sottocoperta, in versione open space, ripropone l’apprezzato connubio “eleganza – comfort” presente ormai in tutti i modelli della gamma gozzi. L’ampia cabina a prua corredata di tutti i suoi spazi di stivaggio garantisce un’ottima vivibilità. La dinette con il comodo divano a ferro di cavallo ripropone il comfort e la funzionalità, presente nel 32 Comfort, trasformandolo all’occorrenza in 2 posti letto addizionali. Di tutto rilievo anche le performance dove la velocità massima raggiunge i 27 nodi con 2 Volvo Penta da 225 cavalli.

APREAMARE 38′ COMFORT
Il nuovo Apreamare 38′ Comfort, fratello maggiore del 32′, rafforza la gamma di gozzi sorrentini del cantiere e conferma la formula di questa innovativa tipologia di imbarcazione, voluta ed inventata da Cataldo Aprea. Con la collaborazione ormai consolidata dello studio Victory Design, Apreamare dimostra come sia possibile proseguire nell’evoluzione di questa storica imbarcazione, proponendo modelli sempre nuovi con ritmi di progettazione invidiabili. Proseguono le reinterpretazioni formali e volumetriche del vecchio gozzo sorrentino, rivisitate con un trattamento decisamente attuale, caratterizzato da un connubio fra “linee tese e curve” nell’area di coperta, che conferisce all’imbarcazione un carattere sportivo e frizzante. Il layout racchiude in sé modifiche sostanziali rispetto alla precedente versione, adottando soluzioni che garantiscono una maggiore vivibilità degli ambienti in sottocoperta. Punto chiave del progetto, è il ricercato rapporto fra interni ed esterni, garantito dalle generose dimensioni di apertura del tambuccio che consente un’eccellente comunicazione tra gli arredi del pozzetto e la cucina, sempre corredata di tutti gli accessori indispensabili. L’imbarcazione è equipaggiato con 2 motori Volvo Penta 330 e viaggia ad una velocità di crociera pari a 25/26 nodi.

APREMARE 48′
L’Apreamare 48′, terzo modello della gamma gozzi, è nato dalla ormai consolidata collaborazione tra lo studio Victory Design ed il cantiere Apreamare. Per rispondere alle esigenze dei clienti fedeli alle sobrie e tradizionali linee del cantiere è aumentato l’impegno per garantire nuove evoluzioni nel pieno rispetto delle soluzioni innovative che da sempre contraddistinguono lo storico cantiere Apreamare. Lo studio degli spazi e la disposizione delle cabine hanno determinato un interessante layout di sottocoperta. La cabina armatore a prua, si presenta piuttosto ampia, corredata da armadi confortevoli ed un comodo cassetto posto sotto al letto. Da questa si accede direttamente al bagno, dotato di un’ampia doccia con carabottino in teak, mobile lavello con cassettiere e comodo piano di appoggio. Uno dei temi innovativi del progetto è rappresentato dal posizionamento della cucina a centro barca con disposizione ad L. Piano di lavoro, cassettiere e pensili assieme a tutti gli accessori indispensabili di cui è corredata la cucina, la rendono rispondente alle moderne esigenze di mercato.

A centro barca inoltre, ritroviamo un secondo bagno, day bathroom, costituito da una comoda doccia, seduta, carabottino in teak e profondo pensile che funge da specchiera e vano stivaggio. Le due cabine a poppa, presentano due diverse soluzioni: una di chiara lettura tradizionale, con due letti gemelli e capiente armadio; la seconda invece, appare decisamente innovativa in quanto, oltre ad un letto singolo, presenta un letto alla francese di generose dimensioni. Caratteristica di entrambe è la luminosità ottenuta tramite due oblò correlati da un’ampia vetrata panoramica. Per gli spazi esterni si sono privilegiate le soluzioni che ormai rappresentano i punti cardine e di successo della gamma, quali le armoniose forme per il comodo divano e l’ampio prendisole posti a prua sfruttabili anche in navigazione. Per la zona di poppa invece ritroviamo il funzionale divano dalle geometrie sinuose che richiamano le linee così contraddistinte dello scafo. Le apprezzate forme essenziali ed eleganti sono arricchite da finiture in essenza di mogano ed acciaio. L’Apreamare 48′ è equipaggiato con due motori Cummins da 600 cv common rail raggiungendo una velocità massima di 31 nodi.

MAESTRO 51′
A poco meno di un anno dal debutto della linea Maestro, inaugurata da Apreamare con Maestro 65′, è stato presentato Maestro 51′, l’entry level della gamma. Maestro 51′ condivide con il modello di 65 piedi alcune particolarità distintive, come le innovazioni tecniche ed il design innovativo: il risultato è una barca dalle linee armoniose, dove il rapporto diretto con il mare sembra essere l’obiettivo principale che ha guidato la mano del progettista.
L’imbarcazione nasce dalla collaborazione tra lo studio Zuccon International Project, che ha curato il design delle sovrastrutture ed il layout degli interni, e l’Architetto Umberto Tagliavini che si è avvalso del supporto dell’AYT (Advanced Yacht Technology), il centro di ricerca e progettazione navale di Ferretti. La grande luminosità di cui gode l’imbarcazione è stata ottenuta attraverso ampie vetrate scorrevoli in senso verticale, che trasformano la dinette in una vera e propria terrazza sul mare. La zona giorno risulta pertanto molto ariosa e con una visibilità a 360° che ne incrementa la godibilità.

Anche l’area del ponte superiore è stata concepita per valorizzare lo spirito conviviale che sta alla base di tutta la linea: oltre al grande prendisole c’è infatti un comodo divano con un tavolo che creano uno spazio di assoluta privacy, sfruttabile anche durante la navigazione. Inoltre è possibile, come nel Maestro 65′, optare per la seconda stazione di comando fly. Gli spazi interni sono stati allestiti con grande attenzione alla massima ottimizzazione possibile, grazie alla quale Maestro 51′ dispone di tre comode cabine e due bagni con cabina doccia separata. La cucina, sita nel sottocoperta, è molto ariosa e dispone di un ampio spazio in altezza, quasi una sorta di prolungamento dell’area giorno a prua. Ma è nella zona plancia che la linea Maestro, anche in questa nuova imbarcazione, segna il suo vero differenziale che sta anche all’origine del suo nome: la postazione di comando ha forma circolare con grandi vetrate verticali a tutto tondo. Altro elemento di spicco della zona di pilotaggio è il cruscotto con tutta la strumentazione motori e di navigazione ben in vista e di immediato accesso per il pilota. Di sicura innovazione la comunicazione tra plancia di comando ed esterno tramite una porta con apertura a compasso. Generoso anche lo spazio dedicato all’equipaggio con accesso dal pozzetto e una cabina ad un letto più servizi. Anche le performance di Maestro 51′ sono decisamente interessanti, grazie alla particolare carena che caratterizza l’intera linea, che consente all’armatore di godere il mare sia ad una velocità di dislocamento che ad una velocità di crociera di tutto rilievo, pari a 26 nodi con 2X800 hp MAN.

MAESTRO 65′
Luminosità e trasparenza degli spazi, armonia delle linee, soluzioni tecnologiche avanzate e proposte di design innovative sono le parole d’ordine di Maestro 65′. Grazie ad una forma di scafo tipica delle imbarcazioni dalle grandi prestazioni marine, Maestro 65′ è capace anche di elevate velocità, pur trovando nel design inedito e nell’organizzazione degli spazi i suoi punti di forza. L’utilizzo di ampie vetrate scorrevoli in salone permette infatti di vivere a diretto contatto con il mare, pur rimanendo al coperto ed il portellone di poppa abbattibile crea l’ormai famosa “terrazza sul mare”. Per quanto riguarda le motorizzazioni, Maestro 65 dispone di due motori MAN da 1.100 cv e può raggiungere una velocità di 30 nodi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>