Mediterranean Grand Prix di Motonautica, assegnati i titoli mondiali dell’Endurance Gruppo B. Report completo

di Blogger Commenta

L
Si è concluso a Nettuno il “Mediterranean Grand Prix Provincia di Roma” di Motonautica, che ha visto l’assegnazione dei titoli mondiali di Endurance del Gruppo B e di quelli Continentali ed Italiani della Powerboat Series. Per quanto riguarda il Mondiale Endurance gruppo B, la vittoria è andata a quattro equipaggi italiani (22 imbarcazioni in gara) nelle quattro categorie in gara: S1, S2, Boat Production e Pro. La medaglia d’oro nella categoria S1 è andata alla coppia brindisina del C.N. Bellaria Igea Marina, Francesco Mormile e Cosimo Cannone. La formula del Mondiale, in prova unica, prevedeva tre manches. Mormile e Cannone hanno dominato vincendole tutte e tre e salendo così sul gradino più alto del podio. Argento all’equipaggio del C.N Valle d’Itria, composto da Roario Longo e Leopoldo Puca. Medaglia di bronzo all’equipaggio di Italia in competition, formato da Massimiliano Bertolucci e Floriano Omoboni.

Nella classe S2, è stata lotta serrata tra il pilota del Thunderbolt, Roberto Lo Piano, e la coppia spagnola formata da Eugenio Falcon Reyes e Angel Alberto Fernandez Adad. Lo Piano ha prevalso per due soli punti di distacco dalla coppia spagnola, aggiuncandosi così il suo primo titolo mondiale.
Terzo assoluto, il pilota dello Special Team Guido Abbate, Lucio Stefani. Nella categoria Boat Production, affermazione del pilota della Motonautica Boretto Po, Stefano Gialdini, che con un 2° posto e due vittorie si aggiudica il suo primo titolo iridato. Argento al milanese Gianfranco Crespi che ha gareggiato in coppia Giulio Mainini; terzo gradino del podio la coppia siciliana della Polisportiva Racing Team, formata da Domenico Ferdinando Talamo e Luigi Aruta.

Infine nella classe Pro festeggia il suo primo titolo mondiale il pilota del Club Nautico Gabbiane, Cristiano Zandri. Si è aggiudicato due vittorie ed un 2° posto, che lo hanno messo al riparo da forti avversari, come i milanesi Gianni Riviera e Aldo Buscaroli (2° classificati) e la veneta Caterina Croze (3° asssoluta). Nettuno ha vissuto nella stessa giornata l’assegnazione dei titoli dell’Endurance Powerboat Series: nell’Europeo E.P.S. i piloti del Cigarette, Luca Formilli Fendi e Lino Di Biase, si sono aggiudicati l’europeo della classe Evolution, mentre nella classe Supersport ha dominato l’equipaggio di “Conam Yachts”, composto dal napoletano Angelo Tedeschi e dal maltese Aaron Ciantar.

Per quel che riguarda il Campionato Italiano I.P.S., questa di Nettuno (dopo la gara di apertura a San Benedetto del Tronto) è stata la 2^ e conclusiva tappa. Campioni Italiani si sono laureati, nella classe Evolution, i tre piloti del Team Matamarine, Marco Pennesi, Giampaolo Montavoci e Stefano Bonanno; nella classe Supersport l’oro è andato ai dominatori della gara romana, Angelo Tedeschi e Aaron Ciantar.

Classifiche finali Nettuno:
Mondiale Gruppo B:
classe S1: 1. Mormile-Cannone (Ita) p.1200; 2. Longo-Puca (Ita) p.900; 3.Bertolucci-Omoboni (Ita) p.675
classe S2: 1. Lo Piano (Ita) p.927; 2. Falcon Reyes-Fernandez Adal (Spa) p.925; 3. Stefani (Ita) p.525
classe Boat Production: 1. Gialdini (Ita) p.1100; 2. Crespi-Mainini (Ita) p.600; 3. Talamo-Aruta (Ita) p.400
classe Pro: 1. Zandri (Ita) p. 1100; 2. Riviera-Buscaroli (Ita) p.700; Croze (Ita) p.577

Finali E.P.S.
classe Evolution: 1. Formilli Fendi-Di Biase (Ita) p.700; 2. Cangiano-Foglia Manzillo (Ita) p.625; 3. Pennesi-Montavoci-Bonanno (Ita) p.300
classe Supersport: 1. Tedeschi (Ita)-Ciantar (Malta) p.800; 2. Guidi-Acanfora-Capasso (Ita) p.600; 3. Amato-Nuzzo (Ita) p.450

Finali I.P.S.
classe Evolution: 1. Pennesi-Montavoci-Bonanno (Ita) p.800; 2. Ferrari-Redaelli (Ita) p.300; 3. Magnani-Bonanno-Maschietto (Ita) p.225
classe Supersport: 1. Tedeschi (Ita)-Ciantar (Malta) p.1500; 2. Guidi-Acanfora-Capasso (Ita) p.1095; 3. Amato-Nuzzo (Ita) p.788

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>