Alle 21 e 22 di lunedì 4 agosto, Pietro D’Alì su Mc Louis, unico italiano in regata alla Solitaire du Figaro, ha tagliato al 19° posto la linea di arrivo della seconda tappa, vinta da Gildas Morvan su Cercle Vert. Il navigatore italiano si è aggiudicato il Premio Argos destinato a chi abbia compiuto la migliore rimonta: D’Alì e Mc Louis avevano infatti girato la prima boa al 39° posto e hanno recuperato 20 posizioni nel corso della tappa.

“E’ stata una regata molto irregolare, con meteo instabile – ha detto Pietro – abbiamo trovato spesso bonaccia, intervallata a raffiche di vento improvvise, ma anche nebbia e scarsa visibilità. Sono contento di Mc Louis e molto soddisfatto della rimonta anche se devo ancora migliorare quando c’è poca aria. Ora voglio curare al meglio la congiuntivite che è peggiorata e mi ha costretto a stare sottocoperta tutto il giorno di ieri: venerdì mi aspetta una tappa difficile e devo essere guarito!”.

La terza e ultima tappa della Solitaire du Figaro – la più lunga mai esistita nella storia della regata – parte fra tre giorni, venerdì 8 agosto da Cherbourg Octeville. E’ una vera e propria maratona di 825 miglia che porterà i navigatori verso l’Irlanda a doppiare l’Isola di Mann per poi tornare verso sud, per l’arrivo finale a l’Aber Wrac’h. Al momento Pietro è 16° nella classifica generale.

Commenti (1)

  1. ma come è questa nuova scotta della randa a caduta di bozzelli cha hanno questi nuovi Figaro
    è possibile vedere un disegno?

    Grazie e sono queste cose che interessano noi corsaioli di cortile e ci sono tante cose da rubare con gli occhi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>