Spread the love


Imprendibile, veloce anche con la brezza che oggi non é arrivata a 10 nodi: Alfa Romeo vince ancora. Sue le vittorie di tre regate su tre, compresa quella odierna che chiude la Boat International Superyacht Regatta. Lo scafo, disegnato dai progettisti Reichel e Pugh, è lungo 30,48 metri e il suo albero di 44 metri di altezza può sostenere la spinta di 1.327 metri di superficie velica; lo spinnaker da solo ne misura 805. Misure da vera maggiorata, ma altrettanto determinanti a consolidarne la supremazia sul mare sono la bravura e la passione del suo armatore-timoniere, il neozelandese Neville Crichton.

Nel percorso di 25 miglia (poi ridotto a 17) scelto stamani dal Comitato di Regata dello Yacht Club Costa Smeralda per il gruppo Performance, Neville ha preceduto di ben 28 minuti il Wally 100 piedi Y3K del tedesco Claus-Peter Offen che tuttavia in tempo compensato scivola al terzo posto dopo Magic Carpet 2, lo scafo britannico timonato da Lindsay Owen Jones, patron del gruppo L’Oreal. Alla somma definitiva delle tre prove la classifica overall mette comunque tutti e tre sul podio: Alfa Romeo in testa davanti a Y3K e a Magic Carpet 2.

La flotta dei maxi Cruising ha corso la terza ed ultima prova su una rotta di 11,5 miglia articolata tra Li Nibani, il Golfo di Arzachena e la boa naturale degli isolotti Monaci intorno ai quali ha vistosamente giocato un’instancabile gruppo di delfini. La classifica di oggi riproduce la stessa graduatoria della classifica finale overall dove al primo posto c’è il 24 metri italiano Southern Star di Claudio de Eccher, di cui Gabriele Benussi è abilissimo timoniere. Acaia Cube, il fast cruiser di Willy Persico timonato da Marco Pecorella è secondo davanti al 44 metri francese Salperton con Ed Dubois alla ruota del timone.

Cerimonia di premiazione in grande stile in Piazza Azzurra dove Alfa Romeo ha fatto il pieno di riconoscimenti : premio per il miglior risultato consegnato da Tony Harris, Direttore Generale di Boat International Media Group. Premio IMA consegnatogli dal Presidente Claus Peter Offen; primo premio Audi Race della regata del 23 giugno; Premio Rolex per il miglior classificato dei Performance e primo premio Boat International Silver Jubilee Trophy per aver ottenuto la maggior velocità nella somma di tutte le regate.

Neville Crichton, Socio dello Yacht Club Costa Smeralda, commenta così la sua vittoria: “Sia la barca che l’equipaggio continuano a regalarmi grandi soddisfazioni. Dal 2005 Alfa Romeo accumula risultati positivi, dimostrando sia la validità del progetto tecnico – che è tuttora una soluzione fortemente innovativa e in grado d’imprimere alte velocità – sia la grande abilità dell’equipaggio nello svolgere le manovre. Tornerò a Porto Cervo a fine agosto per disputare nuovamente la Maxi Yacht Rolex Cup in programma dall’1 al 6 settembre. Si prevede l’arrivo di nuove e velocissime barche: sarà un evento sportivo fantastico, di grande livello competitivo.”

Il premio speciale per lo scafo più vecchio tra quelli partecipanti non poteva che andare al bellissimo Lulworth, cutter del 1920 che è stato protagonista dell’epoca aurea dello yachting. Il cantiere sudafricano Southern Star che a Porto Cervo ha riunito sette maxi yacht, ha disputato il 9° Trofeo Southern Wind Cup nell’ambito della Boat International Superyacht Regatta ed è stato lo stesso Willy Persico a premiare lo scafo vincitore Southern Star. La stagione sportiva dello Yacht Club Costa Smeralda continua con i tre giorni di regate di Audi Coppa Europa Smeralda 888 in programma dal 27 al 29 giugno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>