Sardinia Rolex Cup, il mercoledì dell’AUDI Q8 Sailing Team

di Redazione 706 views0

Spread the love


Splendida seconda giornata di regate della Sardinia Rolex Cup. Il vento, leggero e instabile lunedì, fin dalla mattina di ieri si è presentato ben disteso: il classico maestrale del luogo, 17/20 nodi da 285°, ha consentito la disputa di tre bellissime prove. Perfettamente in orario il Comitato di regata ha dato il via della prima prova. Dopo pochi bordi la testa del gruppo dei TP52 è stata presa dall’AUDI Q8 Sailing Team, che ha poi ben controllato il ritorno degli avversari e, anzi aumentando il suo vantaggio, ha chiuso al primo posto. Alle sue spalle “Valars” il TP52 della squadra South Europe; terzi i tedeschi di “Platoon”; quarti gli spagnoli di Bribon e, a chiudere, i russi di “Rusal-Synergy”.

Poco dopo l’arrivo dell’ultima barca, è stata dato il via della seconda prova, fin dalle prime battute molto combattuta: a contendersi la prima posizione sono stati “Platoon”, “Bribon” e il nostro “Silver Surfer”. Specie la seconda bolina è stata un’esempio di eccellente interpretazione tattica e di perfetta conduzione della barca da parte dell’AUDI Q8 Sailin Team che, riuscendo a navigare meglio e dalla parte giusta, si portava al comando. A pochi secondi l’una dall’altra le tre barche hanno dato vita a un finale serrato, con il tedesco “Platoon” che riusciva a tagliare il traguardo per primo.

“Bribon” e “Silver Surfer” si sono presentati a pochi metri dall’arrivo rispettivamente mure a dritta e mure a sinistra: il nostro Team costretto a strambare, ha purtroppo toccato la boa d’arrivo; a quel punto, con l’obbligo di dover tornare dal lato giusto della linea e tagliarla nuovamente, ha perso la posizione nei confronti degli spagnoli e anche nei confronti dei russi di “Rusal-Synergy”, finendo quarto. Alla fine della prima poppa di questa prova, “Valars” è stato costretto al ritiro per una rottura all’attrezzatura.

Nell’ultima prova, ottima partenza dell’AUDI Q8 Sailing Team. Da subito in testa ha controllato la regata fino a che, nel corso della prima poppa, una straorzata non lo ha costretto a cedere il passo a “Bribon”. Alle loro spalle seguivano “Platoon” e “Rusal-Synergy”. Le posizioni ci congelavano così fino all’arrivo. Particolarmente soddisfatto il nostro Team, soprattutto per l’equilibrio nelle regolazioni della barca che ha consentito di avere un’ottima velocità in tutte le condizioni. “Certo, oggi si potevano portare a casa tre primi posti… – ha detto al termine Riccardo Simoneschi – ma siamo contenti lo stesso, anche perché i nostri risultati hanno contribuito alla rimonta della squadra italiana in classifica generale”.

Infatti, l’Italia dal quarto posto di lunedì è balzata in seconda posizione a quattro punti dalla Spagna e con un solo punto di vantaggio sulla Germania. La bella giornata della nostra nazionale è stata possibile anche per i risultati di un brillante “Mascalzone Latino” che, nei Farr40, ha piazzato un primo e due secondi. L’altro componente della squadra azzurra, lo Swan45 “DSK-Comifin” ha alternato buoni momenti ad altri meno felici, come dicono i suoi parziali: secondo, quarto e quinto. Oggi – ancora con il maestrale che, fortunatamente, non sembra voler lasciare la Costa Smeralda – è in programma la regata costiera di circa 40 miglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>