Ultima giornata di sole, vento e titoli tricolori, tra emozioni e risultati a sorpresa, a Venezia Cavallino, per il Campionato Italiano Classi Olimpiche 2008. Questi i vincitori dei titoli tricolore: classe 49er Daniel Loperfido e Nicolò Bertola; classe 470 maschile: Fabio Zeni e Nicola Pitanti; classe 470 femminile: Francesca Komatar e Sveva Carraro; classe Tornado: Paolo Clemente e Fabrizio Clemente; classe Laser Standard: Pietro Cerni; classe Laser Radial: Larissa Nevierov; classe Finn: Riccardo Cordovani; classe Star: Andrea Nevierov e Alessandro Nevierov; classe windsurf RSX maschile: Federico Esposito; RSX femminile: Alessandra Sensini.

Il campionato italiano delle classi olimpiche 2008 è organizzato dalla Compagnia della Vela Venezia coadiuvata dal consorzio dei circoli velici lagunari (Circolo Nautico Chioggia, Diporto Velico Veneziano, Circolo Nautico Santa Margherita, Il Portodimare, Associazione Velica Lido, Circolo della Vela Mestre, Gruppo Vela LNI Venezia e Top Sailing Team) e dalla sponsorizzazione di Volkswagen, Apv Investimenti, Camping Marina di Venezia, Nethun e In Venice.

Il commento della capitana della vela olimpica azzurra Alessandra Sensini: “E’ stato un campionato difficile per le condizioni di vento leggero e forte corrente, molto simili proprio al porto olimpico di Qingdao in Cina per il quale stiamo partendo. Per me è stata l’occasione per rifinire la preparazione. La formula del campionato italiano unificato si conferma valida anche in chiave di promozione per avvicinare i giovani alla vela olimpica. Il campionato italiano è un momento importante per i giovani, che hanno la possibilità di confrontarsi con i campioni e di mettersi in evidenza. Certe volte puo’ accadere anche che arrivino davanti: questo per loro si traduce in una forte motivazione a continuare. Per i campioni d’altra parte il campionato italiano resta una regata impegnativa, perchè con poche barche tatticamente le differenze dei valori si attutiscono, e le sorprese sono in agguato. Qualche successo di giovani equipaggi è un un buon segno di vitalità della nostra vela. Ora qualche giorno di riposo e quindi volo in Cina”.

VINCITORI E RISULTATI CLASSE PER CLASSE

Laser Standard: Pietro Cerni campione italiano; Diego Romero al fotofinish su Giacomo Bottoli (pari).
Emozioni come previsto per la straordinaria volata finale di selezione olimpica tra Giacomo Bottoli, Michele Regolo e Diego Romero. Dopo 7 regate combattute il titolo Laser è andato a sorpresa al bravissimo giovane triestino Pietro Cerni (SV Barcola Grignano) (2-4-1-4-11-1-4), che ha sfruttato il duello ravvicinato tra i favoriti. Nella giornata conclusiva Diego Romero (CV Sturla) (6-7-15-2-3-4-2) ha recuperato a Giacomo Bottoli (Centro Interforze MM) (4-6-3-8-2-6-3) i 3 punti di ritardo che aveva alla vigilia. Con Michele Regolo (SV Guardia di Finanza) più distanziato ma comunque ottimo quarto, i due contendenti hanno chiuso la serie a pari punti, e solo il calcolo delle migliori prove ha dato ragione a Romero (due secondi posti contro uno di Bottoli). In base alla selezione secca prevista sul campionato italiano, dovrebbe essere dunque Diego Romero Paschetta a rappresentare l’Italia nella classe Laser ai Giochi. Ora si attende l’ufficializzazione della selezione olimpica da parte della Federazione.

Laser Radial: Larissa Nevierov
Vince in scioltezza la monfalconese Larissa Nevierov (SV Aeronautica Militare) (1-1-1-2-2-4-ocs), azzurra del team olimpico che conferma il suo ottimo stato di forma. Seconda Elisabetta Macchini (CV Muggia) (15-7-3-1-6-1-1), terza Matilde Fabbri (CC Irno) (2-2-6-4-3-ocs-4).

RSX maschile: Federico Esposito;
RSX femminile: Alessandra Sensini
Si permette di scartare un secondo posto Federico Esposito (LNI Piombino; 1-2-1-2-1-1-1-1, pt. 8) e conquista il gradino più alto del podio lasciandosi alle spalle Fabian Heidegger (CV Marina Militare; 2-1-2-1-2-2-2-2, pt. 12), atleta già selezionato per le Olimpiadi di Pechino-Qingdao 2008. La campionessa grossetana Alessandra Sensini (YC Italiano; 6-3-4-3-7-3-4-6, pt. 29), oltre al nettissimo predominio tra le donne (dieci punti la separano dall’australiana (della squadra olimpica) Jessica Crisp e quaranta dalla seconda italiana Flavia Tartaglini, SV Guardia di Finanza), si piazza al terzo posto della classifica assoluta. Primo tra gli juniores e ottavo assoluto è Giuseppe Licari.

470 maschile: Fabio Zeni e Nicola Pitanti;
470 femminile: Francesca Komatar e Sveva Carraro
Tanti giovani interesanti nella classe 470. Fabio Zeni e Nicola Pitanti (FV Riva; 8-3-6-2-1-2-3-1, pt. 18) si laureano campioni italiani 2008 nel 470 staccando Andrea Airò-Nicolaos Matteo Mascoli (CV Bari; 7-5-4-6-2-1-1-11, pt. 26) e Francesco Bertone-Simone Malagugini (LNI Genova; 3-9-22-4-4-4-5-4, pt. 33). Mantengono il comando della classifica femminile (decime assolute) Francesca Komatar e Sveva Carraro (SN Pietas Julia; 21-11-11-14-11-6-8-14, pt. 75), che sopravanzano Eugenia De Giacomo e Marianna Cicala (CC Roggero Lauria; 13-15-14-16-19-13-13-6, pt. 90).

49er: Daniel Loperfido e Nicolò Bertola
Tredici prove disputate e tre scarti, ma il podio dei 49er appare strettissimo: Daniel Loperfido e Nicolò Bertola (RCC Tevere Remo; 6-2-5-1-5-3-4-3-1-1-2-4-2, pt. 23) riescono ad agguantare il primo posto grazie a parziali migliori rispetto a Daniele Poli e Matteo Gritti (CV Orta; 3-7-3-2-4-4-1-1-8-2-3-1-3, pt. 23). Ottimo il terzo posto dei giovani padroni di casa Ruggero Tita e Nicolas Piccinelli (CdV Venezia; 2-3-2-7-3-1-2-dsq-3-6-5-3-1, pt. 25) al loro debutto nel 49er e pronti a ritornare a regatare con il loro 29er da leader della ranking list nazionale.

Finn: Riccardo Cordovani
Vittoria di Riccardo Cordovani (FV Riva; 2-1-4-3-2-1-ocs-6, pt. 19) nonostante un’ultima giornata negativa. Secondo Marco Kolic (CV Torbole; 4-4-1-4-4-3-1-15, pt. 21) e terzo Marco Buglielli (CDV Roma; 5-2-2-2-12-5-dnf-2, pt. 3). Conclusa anzitempo la regata per l’olimpionico Giorgio Poggi (SV Guardia di Finanza; 3-3-16-1-3-2-dnf-dnf, pt. 55), che per gli archivi chiude quindi sesto.

Tornado: Paolo Clemente e Fabrizio Clemente
Tra i Tornado la spuntano Fabrizio e Paolo Clemente (YC Bracciano; 5-4-5-1-1-1-1-2, pt. 15), autori di una decisa rimonta dopo un avvio poco incoraggiante. Secondi Michele Saponara-Marco Valerio Misso (CdV Anzio; 2-2-3-3-5-3-3-1, pt. 17) e terzi Matteo Nicolucci-Danilo Alcidi (SV Aereonautica; 1-1-4-4-2-4-2-5, pt. 18).

Star: Andrea Nevierov e Alessandro Nevierov
Vittoria per i fratelli Andrea e Alessandro Nevierov (YC Adriaco, fratelli dell’olimpica Larissa) che superano in classiifca finale il veterano Albino Fravezzi in coppia con Ermes Costa (Fraglia Vela Malcesine), e al terzo posto Paolo Masserdotti e Roberto Bianchini (FV Desenzano).

Il giorno dell’assegnazione dei titoli nazionali è ancora caratterizzato da un leggero vento dal secondo quadrante partito in tarda mattinata con 6-7 nodi e andato a intensificarsi fino a superare i 10 nodi nel primo pomeriggio. Poca onda, corrente non troppo forte e un sole acceso sono stati gli altri ingredienti che hanno fatto dichiarare a Dodi Villani – Consigliere federale e organizzatore del CICO – “Queste condizioni sono la degna conclusione di un Campionato vero, combattuto e tecnicamente molto valido. Sottolineo con soddisfazione che la macchina organizzativa ha funzionato senza intoppi, anche grazie all’apporto fattivo di un centinaio di volontari che si sono alternati tra segreterie e campi di regata”.

La XV edizione dei CICO – Campionati Italiani Classi Olimpiche va dunque in archivio con un buon successo organizzativo e con la cerimonia di premiazione. La prossima edizione dei tricolori della vela olimpica nel 2009 ancora in Adriatico, a Cervia.

L’albo delle precedenti edizioni dei CICO
2008 VENEZIA (CAVALLINO)
2007 ALTO LARIO (LAGO DI COMO)
2006 NAPOLI
2005 MARSALA
2004 IMPERIA
2003 TRIESTE
2002 CERVIA
2001 ISOLA D’ELBA
2000 CAGLIARI
1999 COSTA ETRUSCA (FOLLONICA – PUNTA ALA)
1998 NAPOLI
1997 ALTO LARIO (LAGO DI COMO)
1996 PALERMO
1995 VENEZIA
1994 LAGO DI GARDA
(da federvela.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>