The Artemis Transat, Giovanni Soldini e Telecom Italia restano sempre in testa!

di Redazione Commenta


All’ultimo rilevamento Giovanni Soldini, su Telecom Italia, si riconferma in testa. La flotta dei Class 40 è però alle calcagna e la lotta serrata. Al secondo posto sempre Beluga Racer (staccato di 17 miglia), al terzo Appart’ City (indietro di 31 miglia). La flotta è compatta, le distanze tra le barche risicatissime e la lotta si fa agguerrita, metro per metro, strambata per strambata.

Il nono, Groupe Partouche, dista da Giovanni appena 55 miglia. Sono numeri da regate fra boe, non certo da transatlantiche in solitario! Fino a qualche anno fa i distacchi tra i primi e il resto della flotta erano molto più marcati. Ora, soprattutto fra i Class 40, la competitività è elevatissima, gli skipper sono tutti di alto livello e le barche quasi dei monotipi.

Giovanni dopo aver inizialmente scelto una rotta a nord più favorevole, che gli ha permesso di raggiungere la prima posizione, ha strambato verso sud portandosi più vicino alla ortodromica, sia per curare meglio gli avversari (e soprattutto Appart’ City) sia per poter raggiungere più agevolmente il gate anti-iceberg a 40° N.

La flotta sta in queste ore uscendo dalla depressione per entrare in una zona di alta pressione con poco vento. Giovanni dovrebbe entrarci per primo, rallentando prima degli avversari. Le distanze tra le barche dovrebbero ridursi ulteriormente. Chi uscirà per primo dall’alta pressione prenderà il comando della flotta.

Nel frattempo Giovanni ha segnalato una piccola avaria a bordo di Telecom Italia: sono fuoriuscite alcune sfere del circuito superiore del carrello della randa. Per fortuna non sono quelle inferiori, che sopportano gli sforzi di scorrimento, bensì quelle superiori per cui non dovrebbe essere un problema grave.

E’ possibile visualizzare la classifica in tempo reale cliccando QUI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>