007 sul Garda sarà lo “spot” più visto mai realizzato lungo le rive del lago italiano. In questi giorni le due strade gardesane sono invase dalle Aston Martin dell’agente segreto più famoso del mondo. La 22° pellicola della serie dedicata a James Bond: “Quantum of solace” si apre con un inseguimento lungo il Benaco per poi proseguire in Toscana e al Palio di Siena. In questo set che vede coinvolte quasi 400 persone, 90 camion, 70 vigili del fuoco 10 Aston Martin, 4 elicotteri, non potevano mancare due Club velici con le loro strutture.

Si tratta delle sale del Circolo Vela Gargnano, ed il piazzale della Fraglia di Malcesine. A Bogliaco di Gargnano, nel parcheggio all’ingresso del Circolo Vela, sono state montate le attrezzature di ripresa sulle Aston Martin tra la curiosità di fans, turisti e curiosi. Sempre il porticciolo di Bogliaco ha ospitato un’intervista con le tv nazionali e regionali del produttore per la parte italiana del film, Guido Cerasuolo, da sempre responsabile dei kolossal che vengono realizzati nel nostro Paese (dal Gladiatore a Guerre Stellari, da Casanova ad Italian Job).

L’incontro è stato ospitato sul “Galeotto”, mitico veliero di inizio ‘900, prima vela da diporto del Benaco, ora di proprietà dei fratelli Magrograssi, ex glorie dell’FD con il quale vinsero il titolo tricolore nel 1969. In questa settimana tutto lo staff del film di 007 si è trasferito sulla sponda veneta del Garda con una base alla Fraglia Vela di Malcesine. La prossima settimana tornerà tra Gargnano e Limone per l’altra serie di inseguimenti sulla Gardesana e sulla strada provinciale Sp 38 della Forra, tra Campione e Tremosine. Il film “Quantum of solace” sarà in tutte le sale del mondo il prossimo 7 novembre.

Commenti (1)

  1. che figata….proprio bravi quelli del lago, inutile dirlo hanno una marcia in più ciao a tutti
    ciccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>