La 15° edizione della Roma per 2 e della Roma per Tutti, la classica regata di 535 miglia nata nel 1994, sul percorso Riva di Traiano-Capri-Lipari e ritorno, con equipaggio doppio o numeroso, avrà un nuovo percorso. Il passaggio obbligato a Capri si rivelato negli anni sempre più difficoltoso per la flotta, costretta sovente a lunghe attese a causa della mancanza di vento. Così il Comitato Organizzatore ha studiato una possibile diversa rotta ed ha deciso di fissare come nuovo passaggio obbligato l’isola di Ventotene, ottima boa naturale, che dista 110 miglia dal porto di partenza e che consentirà un primo rilevamento della flotta da parte della Giuria. Le barche partecipanti dovranno passare tra le isole di Ventotene e Santo Stefano, lasciando l’isola di Ventotene a dritta all’andata e a sinistra al ritorno. Il passaggio di Lipari rimane invariato.

Appuntamento quindi al 20 aprile, per il via che sarà dato come al solito dal Porto Turistico Riva di Traiano, sul nuovo percorso di 526 miglia: Riva di Traiano – Ventotene – Lipari – Ventotene – Riva di Traiano. Le regate Roma per 2 e Roma per Tutti si atterranno alle prescrizioni ISAF per le regate d’Altura di Categoria 3, che non obbligano ma consigliano gli equipaggi ad avere seguito un corso di addestramento per la sopravvivenza in mare. Roberto Mannucci, membro del Comitato della regata, organizza sabato 19 aprile 2008 (il giorno prima della partenza della regata), presso il Porto Turistico Riva di Traiano, una giornata interamente dedicata alla Sicurezza in Mare, con un corso di addestramento di sopravvivenza in mare, riservato agli iscritti alla regata.

Il programma della giornata prevede: Uso della zattera: dove collocarla – apertura in darsena capovolgimento e raddrizzamento dimostrazione ingresso zattera dotazioni. Come chiedere soccorso: uso di razzi, fuochi a mano e fumogeni come lanciare il May Day. Impianto antenna emergenza VHF: come caricare la batteria in caso di avaria radio. Primo soccorso: dimostrazione pratica. Incendio a bordo: spegnimento. EPIRB: consigli per l’uso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>