Camogli, inaugurato oggi il “Portale sul Mare”

di Redazione 338 views2

Spread the love

Oggi alle 11,00 avrà luogo al Castello della Dragonara di Camogli l’inaugurazione de “Un portale sul mare”, il grande evento che l’Assessorato alla Cultura del Comune di Camogli ha voluto per celebrare la millenaria vocazione marinara del borgo utilizzando le potenzialità della Rete e le nuove tecnologie di comunicazione multimediale. Il portale, che racconta ed aggiorna la storia, le tradizioni, il legame economico e sociale di Camogli e il suo mare, è organizzato in due siti: uno “virtuale” su web, l’altro “fisico” nei locali del celebre “Castel Dragone”, simbolo della città, dove il visitatore potrà “navigare” tra monitor e grandi schermi. All’interno del castello, il visitatore potrà utilizzare una serie di pannelli multimediali che gli permetteranno di visualizzare i filmati. Camogli viene raccontata attraverso le storie di marinai, armatori, artigiani, subacquei e pescatori.

Sono descritti i grandi momenti di aggregazione sociale: la Sagra del Pesce, i grandi falò sulla spiaggia, il “Dragun” e i suoi equipaggi, le feste religiose come la “Stella Maris”, l’attività di pesca e la tonnara (una delle ultime sopravvissute in Italia). Trovano spazio anche i più recenti interventi a difesa dell’ambiente marino, e la costituzione della nuova Area Marina Protetta di Portofino.

Il sito internet www.unportalesulmare.it utilizza il web per consentire un evento straordinario: il collegamento visivo della statua del Cristo degli Abissi con immagini in presa diretta da telecamere installate sul nuovo basamento.
Questo è stato realizzato nel 2004 in occasione dell’intervento di ricollocamento dopo il restauro della statua. Il monumento, calato a diciassette metri di profondità nella splendida baia di San Fruttuoso nel 1954, rappresenta il simbolo di quel forte e antico legame tra la comunità dei camogliesi e il proprio mare. Le riprese in collegamento diretto del Cristo degli Abissi saranno disponibili anche nel Castel Dragone, su un grande schermo dedicato, collocato su una parete del castello.

Il Castello della Dragonara, edificato intorno all’anno 1130 sulla roccia dell’isola a scopo difensivo e di rifugio dalle frequenti scorribande nemiche provenienti dal mare, rappresenta oggi il luogo pubblico ideale ad accogliere tutti coloro che desiderano conoscere meglio la storia di questo antico borgo marinaro. Da bastione di difesa a portale aperto sul mare: questa scelta trova origine nel progetto che l’amministrazione comunale di Camogli ha realizzato nel 2000, con un intervento di restauro e risanamento conservativo, finalizzato al recupero del più antico bene storico-artistico e monumentale della città, orientandolo a struttura ricettiva d’interesse turistico-culturale. Dal 2004 nel rinnovato spazio del castello sono state realizzate numerose iniziative ed eventi: mostre a carattere storico, incontri pubblici e convegni, tutti orientati al recupero e alla rilettura del patrimonio storico e delle tradizioni della città in rapporto col mare.

I tanti lavori di ricerca commissionati hanno visto coinvolti ricercatori scientifici, esperti di storia locale, studi professionali, fotografi, fino al coinvolgimento testimoniale dei singoli cittadini, e hanno fornito un primo nucleo di prodotti multimediali (produzione e post-produzione video, recupero di filmati storici e di archivio, riproduzioni e digitalizzazione di fotografie d’epoca, pubblicazione dati e interviste) che oggi costituiscono la dotazione documentale e scientifica del nuovo portale.

“Un tempo il Castello ospitava un acquario – ha detto Elisabetta Caviglia, Assessore alla Cultura del Comune di Camogli – così abbiamo pensato a questi monitor come se fossero vasche della memoria, in cui conservare la memoria storica legata al mare della città. Un ringraziamento particolare va alle associazioni cittadine, alla Casa di Riposo Gente di Mare e ai tanti camogliesi che hanno reso possibile questo progetto mettendo a disposizione i loro materiali audiovisivi, che insieme a quelli provenienti dalle Teche Rai costituiscono la dotazione del Portale sul Mare”.

Il materiale presente al Castello sarà aggiornato ogni sei mesi per offrire una varietà di filmati. Sarà fissato inoltre un calendario di incontri didattici con le scuole, che potranno, dalle sale del Castello, collegarsi con un biologo marino che “farà lezione” direttamente dal mare.

Commenti (2)

  1. l’indirizzo del sito portale del mare è giusto?

  2. Abbiamo riportato l’indirizzo specificato sul comunicato stampa dell’evento; può essere che ci sia stato un errore così come può essere che il dominio non sia ancora attivo. Ad ogni modo appena avremo notizie vi terremo aggiornati!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>