Giovanni Soldini Maserati doppia Capo Horn

di Redazione Commenta

Giovanni Soldini, che a bordo di Maserati, sta tentando di battere il record New York – San Francisco, ha da poco doppiato Capo Horn dopo 21 giorni di navigazione. Qualche giorno fa anche Alessandro Di Benedetto ha attraversato lo Stretto di Magellano nella regata solitaria della Vendée Globe 2013. Capo Horn è da sempre la meta più ambita da ogni marinaio ma anche la più temuta. I venti, gli iceberg, le improvvise burrasche, le onde altissime, rendono il passaggio uno dei più difficili al mondo.

» Aggiornamenti Giovanni Soldini – Maserati record New York – San Francisco

» Vendée Globe 2013, doppiato Capo Horn

» Destinazione Capo Horn: e se Matteo Renzi si sbagliasse?

Con raffiche che sfioravano i 40 nodi, Soldini ha impegato 21 giorni,23 ore e 14 minuti per raggiungere Capo Horn da New York, dove  è partito il 31 dicembre scorso. Un tempo record perfino sul catamarano Gitana 13 (notoriamente i catamarani sono molto più veloci dei monoscafi), con 8 ore di vantaggio e detentore del primato raggiunto nel 2008 in 43 giorni 3 minuti e 18 secondi. L’obiettivo da battere rimane comunque il record di Yves Parlier stabilito nel 1998 a bordo di Aquitaine Innovations con 57 giorni, 3 ore, 2 minuti. In linea teorica Giovanni Soldini ha un vantaggio di oltre 2mila miglia su Parlier, abbastanza per sperare in un nuovo record, troppo pochi per ritenersi al riparo da improvvisi rallentamenti e depressioni atmosferiche.

Il salvataggio di Isabelle Autissier.

Una delle più belle pagine della vela è scritta da Giovanni Soldini nel 1999 con il salvataggio della velista francese Isabelle Autissier in occasione dellaa terza tappa della Around Alone. A quasi 2000 miglia da Capo Horn, Isabelle disalbera la sua barca e si capovolge ma viene raggiunta in meno di 24 ore da Soldini che la carica a bordo e la porta sana e salva a Punta dell’Est. Il gesto eroico è stato premiato anche dall’allora Presidente della repubblica francese Jacques Chirac con la Legion d’ onore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>