Andrea Mura, vincitore della Route du Rhum, è il velista dell’anno 2010

di Redazione Commenta

Andrea Mura trionfa nella XIX edizione del ‘Velista dell’Anno 2011′, il più importante e storico riconoscimento nel settore della vela che premia oltre al velista anche la barca e il progettista italiani che maggiormente si sono distinti nel panorama di questo sport nell’anno in corso.
Nell’albo d’oro il 46enne cagliaritano, primo italiano nella storia a vincere la ‘Route du Rhum’, succede ad Alessandra Sensini e viene premiato con una scultura inedita studiata appositamente dall’artista Guido Armeni. Mura era stato nominato insieme ad altri quattro candidati di altissimo livello: Lorenzo Bressani, campione del mondo Melges 24 e Melges 32, Paolo Cian, vincitore del circuito MedCup e 2/o nell’Europeo ORC, Giulia Conti, argento nell’Europeo di Istanbul e bronzo al Mondiale di Weymouth nel 470, e Alberto Signorini, iridato nel Farr40.

Andrea Mura racconta: “Sono felice e onorato di aver ricevuto questo premio. Chiude un capitolo importante della mia prima avventura oceanica e mi auguro apra la strada a nuovi e più ambiziosi progetti, che spero continueranno a portarmi a navigare per gli oceani.”

ll premio, ideato dall’Acciari Consulting nel 1991, è stato consegnato a Roma nel corso di una serata di gala a Villa Miani, presenti alla serata, condotta da Laura Chimenti, giornalista del Tg1, le maggiori autorità dello sport della vela e un ricco parterre di giornalisti di settore ed extra settore.
Negli ultimi due mesi, Andrea Mura è stato eletto Atleta Sardo dell’Anno ed è stato protagonista di numerose interviste, tra cui quella su Rai News 24. Il velista cagliaritano ha inoltre partecipato alla BIT di Milano come testimonial della Regione Sardegna, ed è stato invitato come ospite d’onore dal Panathlon e dal Lions Club di Cagliari che gli ha attribuito il prestigioso premio della “Maschera Punica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>