Parigi, Ambasciata della Nuova Zelanda: Louis Vuitton annuncia i nomi delle 12 squadre, provenienti da 10 Paesi, che gareggeranno nella Louis Vuitton Pacif Series di Auckland in Nuova Zelanda il prossimo febbraio. Ecco svelato il volto della nuova regata delle regate, la più seria minaccia per l’America’s Cup, non fosse altro per il fatto che viene da uno degli uomini che hanno dominato la scena della coppa America negli ultimi 30 anni, Bruno Troublé. Le Louis Vuitton Pacific Series riuniranno a febbraio 2009 nel mitico Hauraki Gulf di Auckland ben 12 (ma ci sono anche due team in lista d’attesa, tra i quali uno italiano di Francesco de Angelis) sindacati del circuito dell’America’s Cup. A dimostrazione che la voglia di regatare è tanta, e che parallelamente cresce l’insofferenza per l’interminabile diatriba legale innescata dal Protocollo “unfair” di Alinghi e dalla reazione di BMW Oracle.

L’Ambasciatore Neozelandese, sua Eccellenza la Dottoressa Sarah Dennis, si unisce a Yves Carcelle, Presidente e CEO di Louis Vuitton, nel dare il benvenuto alle squadre partecipanti. Lo scopo della regata è di permettere a tutti i concorrenti della precedente Louis Vuitton Cup di tornare in acqua e sfidarsi in una regata amichevole. Quando la Louis Vuitton Pacif Series fu annunciata, lo scorso settembre, 23 le squadre manifestarono subito il loro interesse.

Quattordici squadre hanno confermato la loro partecipazione, ma poiché il numero di partecipanti è limitato a 12, le ultime due sono state messe in lista d’attesa. Se durante il prossimo mese una o più squadre dovessero ritirarsi, le squadre in lista attesa avranno l’opportunità di subentrare al loro posto. “Il successo della Louis Vuitton Pacific Series è andato oltre le nostre aspettative. Siamo piacevolmente sorpresi che l’annuncio di questo evento abbia creato un senso di eccitazione e conciliazione nel mondo dell’America’s Cup”, dice Yves Carcelle.

Le squadre inizieranno fin da ora a prepararsi per l’evento. Arriveranno ad Auckland il 23 gennaio per familiarizzare con le barche che sono state prestate per la regata da BMW Oracle Racing e da Emirates Team New Zealand. Bruno Troublé, portavoce per Louis Vuitton, dice che il raduno di team internazionali che giungeranno ad Auckland per la Louis Vuitton Pacific Series è uno tra i più imponenti mai visti. La Louis Vuitton Pacific Series viene organizzata insieme al Governo della Nuova Zelanda, agli Emirates Team New Zealand,al Royal New Zealand Yacht Squadron, alla Città di Auckland e a Sky City Entertainment Group.

Un rappresentante di ogni squadra è arrivato a Parigi questa settimana per partecipare ad una riunione preparatoria. Alinghi, vincitore e difensore della Louis Vuitton Cup del 2003 è uno tra i partecipanti confermati. Ogni giorno si svolgeranno tre gare su un percorso breve sopravvento-sottovento all’entrata del Porto Waitemata di Auckland, tra l’isola di Rangiroto e il porto cittadino. Ogni giorno ci sarà un sorteggio per decidere le squadre che gareggeranno.

LOUIS VUITTON PACIFIC SERIES (In ordine di ammissione):
• Emirates Team New Zealand – Kevin Shoebridge – Nuova Zelanda
• Luna Rossa – Francesco Longanesi – Italia
• BMW Oracle – Russel Coutts – USA
• K-Challenge – Stephane Kandler – Francia
• Mascalzone Latino – Vincenzo Onorato – Italia
• Team Origin – Leslie Ryan – Regno Unito
• China Team – Wang Chaoyong – Cina
• Team Shosholoza – Paolo Cian – Sud Africa
• Italia – Vasco Vascotto – Italia
• Team Germany – Jochen Schueman – Germania
• Greek Challenge – Sotiris Buseas – Grecia
• Alinghi – Christophe Lanz – Svizzera

Lista d’attesa:
• Italia – Francesco De Angelis – Italia
• Team French Spirit – Marc Pajot – Francia
(da federvela.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>