Spread the love


Da un lato Mutua Madrilena, dall’altro chi insegue. Questa la situazione dopo le prime cinque prove del Campionato Mondiale TP52, in corso di svolgimento alle Canarie. Ai buoni piazzamenti di ieri, grazie ai quali lo scafo di Vasco Vascotto aveva chiuso la prima giornata al terzo posto della classifica generale, l’equipaggio del TP52 italo-cileno ha fatto seguire due strepitosi primi di giornata, risultati che, al momento, valgono la testa della graduatoria.

Una scalata d’autorità, costruita sul merito delle proprie scelte e capacità, ma agevolata dai passi falsi del leader della prima ora Artemis (oggi 11-13) e del calo prestazionale di Quantum Racing (4-6), infallibile nel difendere la seconda piazza nonostante il piccolo cataclisma che ha avuto come epicentro la parte alta della classifica, ora caratterizzata da distacchi piuttosto significativi.

A riprova di ciò basta notare che Bribon, in ripresa dopo l’avvio zoppicante di ieri, è ora quarto alla pari con Matador ma ha da recuperare un gap di ben ventun punti dalla vetta. Due regate disputate come da programma, per la giornata odierna. Nella prima, Mutua Madrilena opta per il pin e si rivela la scelta perfetta, al comando sin dai primi metri non lascerà spazio a nessuno, eccezion fatta per Bribon, che in alcune fasi della prima poppa si ingaggia in un duello emozionante, controllato con maestria dal terzetto Vascotto-Favini-Bruni. Artemis parte in anticipo e deve rientrare, alla fine sarà solo undicesimo, Quantum quarto, grande rimonta per Platoon che termina terzo, dopo essere “ripartito” per partenza anticipata.

Seconda prova: vento in calo e decisione, da parte del comitato di regata, di effettuare 5 lati con arrivo alla boa di bolina. Partenza compressa per Mutua Madrilena, la sinistra quest’oggi sembra comunque dare più soddisfazioni. Vascotto e compagni, al passaggio della prima bolina, entrano tra la boa e Platoon, girando nuovamente in testa, senza più mollare la leadership per tutta la regata. Bruni, Vascotto e Favini lavorano così in sintonia, da portarsi addirittura al centro del campo di regata “spaiando” senza timore dagli inseguitori. Nella bolina finale il controllo è più marcato e finisce con la doppia vittoria di giornata per CHI 2110 MUTUA MADRILENA, secondo Desafio è terzo Platoon.

“I ragazzi hanno fatto un gran lavoro – sono le parole di Silvio Arrivabene, navigatore di Mutua Madrilena – non è facile seguire in vento in queste giornate di calma e con salti di direzione. Il livello è altissimo e non si può sbagliare niente. Siamo solo alla seconda giornata di regate e ci aspettano due giorni di regate lunghe dove la classifica può cambiare ancora, rimaniamo concentrati”. “Fin che la barca va ….. – sorride Flavio Favini al rientro in banchina – oggi abbiamo regatato bene, partendo sempre dove volevamo e tutto il team ha fatto un gran lavoro, dobbiamo rimanere con i piedi per terra ovviamente ma siamo consapevoli del buon statto di forma.”

Q9uesta la classifica dopo 5 regate:
1 Mutua Madrileña (CHI), Vasco Vascotto, 3-1-6-1-1, 12 p
2 Quantum (USA), Terry Hutchinson, 2-6-1-4-6, 19 p
3 Artemis (SWE), Torbjorn Tornqvist, 1-2-2-11-13, 29 p
4 Bribón (ESP), Dean Barker, 10-12-4-2-5, 33 p
5 Matador (ARG), Alberto Roemmers, 10-12-4-2-5, 33 p
6 Platoon (GER), Jochen Schuemann, 8-9-12-3-3, 33 p
7 Desafío (ESP), Paul Cayard, 5-7-11-12-2, 37 p
8 Synergy (RUS), Sergey Pichugin, 7-3-10-5-12, 37 p
9 Valars (RUS), Sergey Chevtsov, 4-8-9-8-9, 38 p
10 Audi (ITA), Riccardo Simoneschi, 9-11-3-9-7, 39 p

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>