Campionato Europeo Giovanile RS:X, la Linares controlla le avversarie e corre verso il titolo. L’israeliano Machlev primatista tra gli uomini

di Redazione 232 views0

Spread the love


Con un vento da nord nord-est di intensità non eccelsa ma comunque funzionale, la quarta giornata di gare del del Campionato Europeo giovanile della classe olimpica RS:X ha registrato la disputa di ben due prove che hanno parzialmente stravolto la classifica maschile. Dopo aver vinto, infatti, la prova di ieri, l’israeliano Liran Moshe Machlev si è ripetuto oggi, piazzando due primi posti e balzando al comando tra i ragazzi. Domani, se come prevedibile, si porterà a termine la quinta prova di regata e scatterà al contempo lo scarto e la assegnabilità del titolo, il ragazzo di Tel Aviv potrebbe mettere nel conto quattro primi su quattro risultati utili.

Il sesto ed il quarto posto odierni non sono invece bastati al giovane Alistair Masters per conservare la testa della classifica, relegandolo così in seconda posizione, braccato peraltro Ron Asulin che, lavorando giorno dopo giorno per risalire nella ranking, potrebbe infiammare la corsa al titolo continentale con un duello tutto israeliano con il connazionale Mechlev nel restanti giornate di gara. Alle spalle del terzetto di testa conferme invece per il quindicenne del Lauria, Manfredi Misuraca, migliore degli azzurri in gara e quarto assoluto. Il podio si è allontanato, ma una costanza di risultati e la bagarre tra i primi tre potrebbero riservare ancora qualche sorpresa nel proseguo della manifestazione.

Più staccati invece gli altri italiani, con Giuseppe Licari, diciottesino, e Davide La Vela, ventitreesimo, a guidare il gruppo dei restanti componenti della flottiglia azzurra. Primo e quarto, invece, per Laura Linares che continua a tenere la vetta della classifica femminile. La diciottenne plurititolata surfista della società Canottieri Marsala si è presentata nella mattinata con una vittoria che à stata un duro colpo per la diretta avversaria, l’israeliana Lior Shimoni. Nella seconda prova di giornata la siciliana si è rilassata un po’, finendo quarta, ma ad approfittarne è stata soprattutto la polacca Kamilla Smekcaka, una giovane di Danzica, che, conosce già il campo di Mondello.

La Shimoni ha vinto finora solo la prima prova, quanto basta per fare fino all’ultimo la parte del cattivo, ma non sembra debba realmente insidiare la Linares, decisa come non mai a collezionare la sua ennesimo vittoria. Ultima nota sul grande spiegamento di forze di messo in atto da gran parte delle federazioni dei paesi partecipanti. A Mondello, infatti, Israele, Francia, Gran Bretagna e Polonia sono presenti con almeno due tecnici nazionali per dare supporto agli atleti e per seminare un campo, che era rimasto per qualche tempo in abbandono. Un po’ distratta invece la Federvela, i cui responsabili dell’attività giovanile risultano non pervenuti nel seguire da viciro questa importante rassegna continentale, futuro dell’attività olimpica del windsurf made in Italy.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>