Spread the love


45 gradi di temperatura esterna e oltre 60 nell’abitacolo delle imbarcazioni avevano causato, nella prima manche del Gran Premio di Tunisia, disputata sabato, una forte disidratazione a molti piloti. Ieri mattina, per la seconda manche del G.P. di Hammamet, il team C.R.T.E., d’accordo con il primo pilota Lino Di Biase, optava per far salire a bordo, accanto a Luca Formilli, un uomo fresco, Matteo Nicolini, da molti anni ai vertici del campionato del mondo Offshore Class 1, abituato al clima dei Paesi Arabi e quarta guida della squadra Cigarette.

Partito come di consueto nettamente in testa alla flotta, grazie alle insuperabili doti di accelerazione, il Cigarette EVO-01P1 cedeva la leadership GNF Gibellato nel secondo giro. La decisione di restare in scia al primo, controllando il distacco e difendendosi soprattutto dagli attacchi degli avversari si rivelava fondamentale per la gara.

Con il passare delle miglia e dei giri molte imbarcazioni accusavano problemi tecnici dovuti alle eccezionali temperature e alle condizioni del mare, mentre il Cigarette “The Fantastic One” proseguiva senza ostacoli la propria prova e tagliava finalmente per primo il traguardo finale, davanti a Italcraft e GNF Gibellato.

Un plauso speciale a Matteo Nicolini, salito a bordo per la prima volta e subito a suo agio nel ruolo di throttleman, e a Luca Formilli che ha portato a termine la gara con grande tenacia e forza fisica, lottando per tutta la gara anche con il suo sedile, rotto dopo un pauroso volo al primo giro. Alla soddisfazione della giornata si aggiunge quella del secondo posto nel Gran Premio Tunisia, ottenuto sommando i punti delle due manche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>