Ieri è stata una buona giornata per veleggiare e una splendida giornata per gli equipaggi partecipanti alla Rolex Capri Sailing Week – finalmente dominata da cielo azzurro, sole e vento, con uno scenario a dir poco da favola. Tuttavia, gli equipaggi hanno avuto ben poco tempo per ammirare lo splendore di Capri, baciata dal sole, con Ischia e il Vesuvio all’orizzonte; in verità, probabilmente la cosa non li ha minimamente turbati, data l’intensità e il gran divertimento delle regate. Per coloro che invece hanno avuto più tempo a loro disposizione, osservare le regate da una postazione come Capri, in condizioni meteorologiche perfette, è stato un vero privilegio.

Ma torniamo alle regate. Tutte le classi hanno disputato due prove a bastone con una brezza crescente da sud-est. Le “grandi” hanno completato un percorso di 8.1 miglia seguito da uno di 9.3 miglia, mentre le due classi più piccole hanno regatato due volte su un percorso di 6.6 miglia. Il vento si è mantenuto tra 8 e 12 nodi, con qualche raffica fino a 15 nodi. La boa di bolina era posizionata in corrispondenza di Bocca Piccola, lo stretto canale tra Capri e la terraferma, solcato da numerose raffiche con conseguenti “buoni” e “scarsi” che hanno messo a dura prova l’abilità dei tattici nel decidere quale parte del percorso fosse la favorita.

Negli Swan 45, Earlybird (GER) ha archiviato il deludente ricordo della prima giornata infilando due splendide vittorie e ora conduce la flotta con un vantaggio di sei punti su WISC (GBR). Vertigo (ITA) ha concluso entrambe le prove a metà flotta slittando in terza posizione, con uno svantaggio di 15 punti sul primo. Tra i Maxi, apparentemente l’assenza di Neville Crichton si è fatta sentire a bordo di Alfa Romeo (NZL): vincitore della prima prova in reale è stato infatti Favonius (BVI) di Roel Pieper, mentre Cuordileone (ITA) ha dominato la seconda regata. Favonius è ora in testa alla Classe Maxi con un vantaggio di tre punti su Alfa e Spirit of Jethou (GBR). Nei Comet, il favorito Agora (ITA) ha avuto una giornata “no” ed è ora terzo, a sei punti di svantaggio da Libertine (ITA) e due da Fra Diavolo (ITA).

Il protagonista degli Swan 45 ieri è stato Earlybird, con Karol Jablonski in equipaggio, che ha definitivamente messo da parte i misfatti della prima giornata sferrando un poderoso attacco. Due prove, due vittorie – no problem. WISC di Glynn William si mantiene in seconda posizione overall, con un settimo e un quarto come discreti risultati di giornata. Anche Vertigo di Marco Salvi non ha avuto una gran giornata, collezionando due deludenti undicesimi. Fever (GBR) è quarto overall, avendo scambiato posizione con Yasha (JAP) di Yukihiro Ispida, con Tony Rey alla tattica.

Sebbene un vantaggio di sei punti non sia sufficiente in questa classe per avere garanzie assolute, l’armatore di Earlybird, Hendrick Brandes, è comprensibilmente felice, e anche un po’ sorpreso, di trovarsi al vertice della classifica dopo un difficile inizio della serie: “Ad essere sincero, vedevamo questa regata più come un allenamento in vista della Sardinia Rolex Cup, alla quale parteciperemo con il team tedesco. Non ci saremmo mai immaginati di andare così bene qui a Capri e, ovviamente, ora cerchiamo di fare del nostro meglio. Oggi è andato tutto alla perfezione in confronto alla prima giornata, nella quale abbiamo dovuto recuperare uno dei nostri uomini caduto fuoribordo.” Oggi è un altro giorno e, almeno per Brandes, una volta partita l’ultima regata, il bottino dovrebbe essere assicurato, indipendentemente dal risultato.

Nella classe dei Maxi, Alfa come solito ha sbaragliato il campo, tuttavia l’equipaggio non ha spinto al massimo sull’acceleratore, forse a causa dell’assenza di Crichton. Nella prima prova, Favonius ha battuto Alfa per due minuti in tempo compensato e nella seconda ha concluso soli 35 secondi dietro a Cuordileone di Leonardo Ferragamo, margine sufficiente per consentire a Favonius d’assicurarsi la seconda posizione. Con una sola regata a bastone in programma oggi, Favonius dovrebbe commettere un errore davvero clamoroso per essere superato da Alfa, anche qualora quest’ultima dovesse riprendere il brillante ritmo delle fasi iniziali del campionato.

Più indietro nella flotta, lo Swan 82 Grey Goose di Tobias Konig si è goduto una splendida giornata di vela. Grey Goose sta faticando ad emergere in questa classe ed è sempre appaiato in tempo compensato con gli Swan 601 e lo Swan 80 Favonius. A bordo il morale è alto e, con gli occhi puntati sulla Rolex Swan Cup di settembre e sul circuito inaugurale Rolex Swan Maxi, Konig è entusiasta di poter utilizzare ciascuna di queste regate come un’opportunità per migliorare in termini d’abilità e spirito di squadra.

“E’ stata una giornata splendida, con condizioni meteo eccellenti. sole e mare calmo, vento tra 8 e 10/12 nodi, condizioni perfette per noi. Abbiamo sfoggiato una buona velocità, in netto miglioramento rispetto ai primi giorni. Siamo soddisfatti delle manovre, della velocità e degli intensi duelli con Favonius di cui sono particolarmente felice. I risultati in base ai rating sono quelli che sono, ma noi abbiamo la sensazione di aver fatto tutto quello che potevamo,” ha commentato Konig.

Con una lunga stagione agonistica ancora da affrontare, su una barca di questa dimensione è molto importante mantenere alto il morale e l’armonia nell’equipaggio; Konig fa in modo che questi aspetti non siano trascurati nella fase di preparazione in vista delle regate. “Stiamo lavorando da parecchio tempo alla creazione di questo team. Abbiamo in equipaggio alcuni professionisti e qualche semi-professionista, e anche un po’ d’appassionati che si buttano nella mischia. Bisogna costantemente motivare le persone, informarle su come possono migliorare e guidarle se non sono migliorate. La cosa difficile è criticare senza che la persona in questione si senta giudicata. E’ importante mantenere un atteggiamento positivo, e se sono necessarie delle sostituzioni di un ruolo bisogna spiegare il cambio in modo tale che la persona non si senta offesa o destituita, e far sì che mantenga alto lo spirito di team.”

Perché mai qualcuno possa perdere la motivazione a bordo di uno Swan 82, è un mistero. E’ uno yacht bellissimo, mantenuto alla perfezione, con un’atmosfera disciplinata ma al contempo rilassata. Niente urla, niente scenate, quando lo spinnaker esplode subito dopo aver girato la boa di bolina. Nessuna tragedia: “Porta su l’A2, diamoci da fare” e alla fine del lato tutto il terreno perso è stato recuperato.

E’ chiaro che Konig ama regatare. Gli piace stare al timone durante le regate e ammette d’essere carico d’adrenalina in partenza e alle boe di bolina. Al termine di una lunga giornata trascorsa al timone, tanto di cappello va a Konig per il fatto di voler ormeggiare lui stesso la barca. Non gli passa nemmeno per la mente di cedere la ruota ad uno dei professionisti di bordo per questa complicata manovra. Un approccio così franco probabilmente aiuta anche il morale.

Nella flotta Comet, Maurizio Biscardi e Libertine non sono riusciti a duplicare i risultati dei giorni scorsi, in cui si sono distinti con due primi e due terzi. Oggi hanno ottenuto un primo e un quinto, accumulando un punteggio sufficiente per balzare in cima alla classifica, mentre il rivale Agora è slittato in terza posizione dopo una deludente giornata rispetto alle precedenti brillanti prestazioni. Fra Diavolo di Vincenzo Addessi si è piazzato nei primi quattro in tutte le regate e oggi è stato premiato raggiungendo la seconda posizione. Solo un pessimo risultato nella regata di domani potrebbe consentire agli avversari di Libertine di riprenderlo. Tuttavia, se il quinto di oggi è un segno di debolezza, c’è ancora un filo di speranza.

Le regate proseguiranno oggi, con partenza anticipata alle ore 1100. E’ in programma una sola regata a bastone.

RISULTATI PROVVISORI

MAXI
1. FAVONIUS Roel Pieper BVI, 2-2-4-3-11.00
2. ALFA ROMEO Neville Crichton NZL, 1-1-1-9-12.00
3. SPIRIT OF JETHOU Sir Peter Ogden GBR 3-4-2-1-10.00

SWAN 45
1. EARLYBIRD Hendrick Brandis GBR 2-17-5-3-2-29.
2. WISC Glynn Williams GBR 6-1-3-9-7-26.00
3. VERTIGO Marco Salvi ITA, 1-2-12-1-8-24.00

COMET
1. LIBERTINE Maurizio Biscardi ITA, 1-3-1-3-1-5-14.00
2. FRA DIAVOLO Vincenzo Addessi 4-2-4-1-4-3-18.00
3. AGORA Marco Franco c/o Emmeffe Sail Srl ITA, 2-1-2-2-6-7-20.00

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>