The Artemis Transat, su Telecom Italia si spacca la testa d’albero ma Soldini continua ad aumentare il vantaggio!

di Redazione Commenta


Si allungano i distacchi fra Giovanni Soldini e il resto della flotta dei Class 40, mentre infuria una forte depressione al largo di Terranova con raffiche a 40 nodi. Al rilevamento delle 14 di ieri Mistral Loisirs è a 103 miglia di distanza da Telecom Italia, Beluga Racer a 105. Più staccati Appart’ City e 40 Degrees a 146 e 192 miglia di distanza. Dopo aver passato l’icegate nel suo punto più a est, ieri sera alle 20.10 ora italiana, Giovanni ha poggiato dirigendosi immediatamente verso nord e aumentando di conseguenza la velocità.

A partire da ieri notte Telecom Italia è entrata in una depressione con venti da sudovest sui 30-35 nodi e raffiche sui 40. Condizioni difficili, da nord Atlantico, che impegnano al massimo Giovanni e che hanno causato anche qualche danno alla barca. Su Telecom Italia si è spaccata la testa d’albero, quindi attualmente Giovanni naviga “a naso”, senza l’aiuto degli strumenti del vento. Nella notte, problemi anche a poppa (ora parzialmente risolti) con la cuffia di un timone che faceva acqua.

“Adesso sì che riconosco il nord Atlantico – dice Giovanni raggiunto al telefono – qui ci sono onde bestiali e un sacco di vento. Navighiamo con 2 mani e la trinca verso i Banchi di Terranova, a 12-14 nodi di velocità, rotta 280°. Siamo a sud di una depressione, tra un po’ le giriamo intorno e andiamo a cercarci il nord-ovest. I prossimi giorni saranno ancora più impegnativi quando cominceremo a navigare contro la corrente del Golfo. Sono ovviamente contento della classifica, ma la strada per Boston è ancora lunga”.

Nel frattempo Appart’ City, del francese Yvan Noblet, è stato costretto ad abbandonare la regata per una grave crepa nello scafo. Attualmente sta facendo rotta verso l’isola francese Saint Pierre et Miquelon, sotto Terranova, distante da lui quasi 500 miglia. A Giovanni mancano circa 800 miglia all’arrivo a Marblehead (a 20 chilometri da Boston).

Ricordiamo che il regolamento dei Class 40 proibisce il routage degli skipper da terra. E’ possibile visualizzare la classifica in tempo reale cliccando QUI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>