Mondiale Farr40, resoconto complessivo della prima giornata di regate

di Redazione Commenta


Il campione mondiale in carica, Mascalzone Latino, si è subito portato al comando della flotta di 33 imbarcazioni impegnate nel Rolex Farr 40 World Championship 2008. Con tre regate disputate delle 10 in programma per l’intero campionato, ci sono almeno una dozzina di barche che possono aggiudicarsi il titolo ‘overall’, tuttavia questa prima giornata appartiene senza dubbio agli italiani. “C’è ancora parecchia strada da percorrere e dobbiamo goderci ogni momento di queste regate,” ha dichiarato Onorato qualche istante dopo essere sbarcato in banchina. “Gli altri sentono addosso la pressione: noi invece siamo duplici campioni mondiali e siamo qui per divertirci.”

Nonostante un cambio di tattico dell’ultimo minuto – l’americano Morgan Larson è arrivato questa mattina a Miami dalla costa ovest degli USA per sostituire Adrian Stead, rientrato a casa per la nascita del suo primo figlio – Onorato non ha fatto altro che elogiare la grande abilità di Larson, che ha consentito al team italiano di ottenere come piazzamenti di giornata un terzo, un dodicesimo e un primo. “Senza dubbio (Larson) ha fatto un ottimo lavoro e dedichiamo questa vittoria al piccolo Lucas Stead, nato ieri. Se notate, navighiamo con una striscia blu a poppa in suo onore.”

Solo due punti separano Mascalzone Latino da Joe Fly di Giovanni Maspero (ITA), vincitore della seconda prova di giornata e attualmente secondo in classifica. Groovederci 57 (USA) di Deneen Demourkas – uno dei due Groovederci in regata, l’altro appartiene al marito John Demourkas – è terzo overall, mentre Calvi Network (ITA) di Carlo Alberini è quarto, seguito da Alinghi (SUI), timonato da Ernesto Bertarelli con un equipaggio composto per la maggior parte da velisti del suo team di Coppa America.

Atalanti (GRE) di Stratis Andreadis si è piazzato quinto nella prima regata e secondo nella prova successiva, ma ha faticato a trovare la marcia giusta nella terza regata, aggiungendo un 25esimo ai suoi parziali e concludendo la giornata ottavo overall. “Purtroppo siamo stati un po’ sfortunati nell’ultima prova,” ha dichiarato il tattico di Atalanti, Brad Read (Newport, R.I.). “Abbiamo rotto un fiocco e la drizza della randa durante la prima bolina. In linea generale, direi che abbiamo faticato un po’ nelle ultime regate, ma il team mi ha stupito in quanto a perseveranza e sta migliorando rapidamente.”

Secondo Andreadis, questo è solo l’inizio e ci sono ancora parecchie prove da disputare. “Ci concentreremo su quello che è andato bene e la prossima volta cercheremo di fare meglio,” ha dichiarato. “Dato che le due prime prove sono andate bene, non c’è molto da discutere. Semplicemente cercheremo di fare del nostro meglio in ogni regata.”

Per Read, che non parla greco, ci sono alcune difficoltà in più. “E’ un personaggio,” ha dichiarato Read. “Proprio quando deve parlare in inglese per dirmi che cosa sta accadendo, attacca in greco e perdo il filo. Scherzi a parte, fa un ottimo lavoro, iniziamo a essere più veloci ed è ancora molto presto nel campionato.”

L’elogio da un punto di vista ‘emotivo’, oggi spetta a Bob Hughes e Heartbreaker (USA), vincitori della prima prova di giornata. “Abbiamo un buon team,” ha dichiarato Hughes (Grand Rapids, Mich.), che l’estate scorsa ha vinto la Canada’s Cup, match race di Farr 40 organizzato dal Royal Canadian Yacht Club. Uno dei ragazzi che ha regatato con noi in passato, Justin Hood, si sta riprendendo da un grosso intervento chirurgico. La prima regata è dedicata a lui e sappiamo che ci sta seguendo su Internet. Siamo davvero felici di aver ottenuto un piazzamento così importante per lui.”

La giornata ha preso il via alle ore 11 locali con 18 nodi di vento da nord. “Siamo usciti in mare presto per testare bene il campo ed era evidente che la sinistra era favorita,” ha dichiarato Hughes. “Pensavamo che la parte sinistra della linea sarebbe stata più affollata, invece era abbastanza libera e quindi siamo partiti lì. Non è stata una partenza spettacolare, buona a sufficienza da consentirci di difenderci. (Il tattico) Mark Ivey è stato bravissimo a chiamare i salti di vento. Abbiamo raggiunto la prima boa di bolina in testa alla flotta, con due barche all’inseguimento. I ragazzi hanno fatto un ottimo lavoro di poppa e siamo riusciti a consolidare il nostro vantaggio. Poi nell’ultima bolina abbiamo sfruttato benissimo i salti di vento – non avremmo potuto disputare regata migliore. E’ bellissimo guardarsi alle spalle e vedere tutta la flotta dietro di te.”

“Ci sono tantissime barche che possono aggiudicarsi la vittoria finale ed è questo a rendere la competizione entusiasmante,” ha aggiunto. “Abbiamo un team nuovo e nei pre-mondiali abbiamo faticato parecchio. Oggi siamo molto più determinati e pronti a combattere.”

Hughes ha infine elogiato tutto il suo team, soprattutto Wally Cross per aver preparato la barca al meglio, consentendo all’equipaggio di esprimersi con un’ottima performance. “E’ il cuore e l’anima delle barche da regata,” ha dichiarato Hughes. Goombay Smash (USA) di Doug Douglass, vincitore dei pre-mondiali, ha concluso la prima giornata del campionato in 25esima posizione.

Oggi si è celebrata la cosiddetta “Presidents’ Day” in onore dei quattro presidenti della Classe Farr 40 che si sono susseguiti negli ultimi 11 anni. Alla cena degli armatori di lunedì sera, la Classe Farr 40 ha eletto il suo primo socio vitalizio, John Calvert-Jones. Vincitore del campionato mondiale Farr 40 del 2000 svoltosi a Newport, R.I., ed ex-presidente di Classe, Calvert-Jones ha ricevuto in premio un cronografo Rolex con una speciale incisione.

Le regate del Rolex Farr 40 World Championship (16-19 aprile) riprenderanno domani, giovedì 17 aprile, nelle acque dell’Oceano Atlantico a sud di Government Cut. Il Regatta Village è posizionato a Miami Beach Marina, in Florida. Per informazioni aggiuntive del Rolex Farr 40 World Championship 2008, inclusi: lista completa degli iscritti, elenco degli equipaggi, risultati e foto, siete pregati di collegarvi al sito ufficiale dell’evento www.farr40worlds.com

Il ‘title sponsor’ del Rolex Farr 40 World Championship è Rolex, che è anche ‘race day sponsor’ insieme a Slam e Casa de Campo Marina. ‘Supporting sponsor’ sono Mad Fish Wines, Southern Spars e Harken; ‘supply sponsors’ sono North Sails ed EdgeWater Boats; hotel ufficiali della manifestazione sono South Seas Hotel ed Avalon Hotel.

Il Rolex Farr 40 World Championship si aggiunge ad altri prestigiosi eventi velici sponsorizzati da Rolex tra cui: Rolex Sydney Hobart Yacht Race, Rolex Swan Cup, Giraglia Rolex Cup, Rolex Middle Sea Race, Maxi Yacht Rolex Cup, New York Yacht Club’s Annual Regatta and Race Week presented by Rolex e Rolex Big Boat Series.

Questa la classifica dopo lla prima giornata, con tre regate disputate

1. Mascalzone (ITA), Vincenzo Onorato, 3-12-1, 16
2. Joe Fly (ITA), Giovanni Maspero, 9-1-8, 18
3. Groovederci (USA), Deneen Demourkas, 11-6-5, 22
4. Calvi Network (ITA), Carlo Alberni, 6-9-12, 27
5. Alinghi (SUI), Ernesto Bertarelli, 8-14-6, 28
6. Sled (JPN), Takashi Okura, 2-10-18, 30
7. Barking Mad (USA), Jim Richardson , 25-5-3, 31
8. Atalanti (GRE), Stratis Andreadis, 5-2-25, 32
9. Mean Machine (MON), Peter de Ridder, 24-3-9, 36
10. Plenty (USA), Alexander Roepers, 21-11-4, 36
(seguono altre 23 imbarcazioni)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>