Inizia Venerdì 21 la 21° Pasquavela di Porto Santo Stefano, manifestazione organizzata dallo YCSS, sponsorizzata da Pasta Garofalo e Monte Paschi di Siena, aperta alle Classi IRC, J24, X-35, Este 24, Ufo 22 e Meteor. Pasquavela è valida come ultima prova di qualifica per i Mondiali J24, è una tappa dell’EuroCup Ufo 22 e del circuito nazionale Este 24 e X-35. Partecipano velisti provenienti da 7 nazioni e il livello tecnico è molto elevato.

Sono 200 le barche che già affollano i pontili del Porto del Valle e nonostante le forti raffiche di tramontana che oggi hanno sferzato l’Argentario altre ne stanno ancora arrivando in serata. I team più agguerriti sono usciti in mare per fare le ultime regolazioni. A terra la logistica ha funzionato senza intoppi, con le barche su carrello ad attendere il proprio turno di varo nel parcheggio all’ingresso del paese prima di arrivare in banchina dove erano ad attenderle due gru. Solo in questo modo si è riusciti ad evitare l’ingorgo del porto in considerazione che quasi 100 carrelli sono arrivati tra Mercoledì e Giovedì a Santo Stefano.

Qualche problema c’è stato con gli ormeggi perché alcuni concessionari su cui lo YCSS ha sempre fatto affidamento all’ultimo momento non hanno messo a disposizione i posti barca promessi e pertanto alcune imbarcazioni arrivate all’ultimo momento non hanno trovato posto. Il grande Villaggio regate con lo spazio accoglienza equipaggi, la segreteria regate e gli stands è piazzato in centro paese: al rientro dalle regate saranno servite pasta e birra per tutti i regatanti.

Da domani iniziano le regate: le imbarcazioni sono suddivise su due campi di regata uno per i monotipi e uno per le classi a rating. Per i monotipi X-35, J24, Este 24 e Meteor sono previste 10 prove, per gli Ufo22 8 prove (la Classe ha chiesto di regatare 3 giorni su 4) per gli IRC 4 prove. I percorsi previsti sono a bastone, di 15 miglia circa per gli IRC, di 6 miglia circa per i monotipi, con disimpegno sulla boa di bolina e cancello di poppa.
Le previsioni Meteo danno forte Libeccio per le giornate di Venerdì e Sabato con raffiche fino a 40 nodi ma il Comitato di Regata confida nel fatto che il tratto di mare prospiciente Porto S. Stefano è una naturale ridosso dai venti del 2° e 3° quadrante. I due campi di regata verranno pertanto posti sotto costa per evitare il mare agitato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>