Spread the love


Nuove tecnologie e artigianato di qualità, design e tradizioni marinare, piccoli ‘gioielli’ e sistema di servizi: è tutto questo e altro il settore della nautica da diporto a Napoli e nella sua area metropolitana. Un settore che ora ha bisogno di crescere ulteriormente conquistando nuovi mercati e che può dare una spinta decisiva per il rilancio turistico e occupazionale proprio in un momento di grave crisi dell’immagine del ‘made in Naples e in Campania’ compromessa
dall’emergenza rifiuti.

E’ con questo obiettivo che la Provincia di Napoli – nell’ambito del programma Plait e in sinergia con il Cesvitec, Azienda speciale della Camera di Commercio – si propone di favorire la presenza commerciale delle imprese della filiera della nautica da diporto sul mercato cinese, attraverso un programma integrato di promozione e valorizzazione delle eccellenze produttive del territorio napoletano, incentrato sulla partecipazione alla fiera China International Boat Show di Shanghai (10-13 aprile 2008).

Subfornitura ai cantieri nautici, componentistica, arredamento/accessori, servizi turistici, charter, progettazione, design, servizi e sistemi per l’offerta diportistica compongono un mosaico di professionalita’ e imprenditorialita’ unico. Di qui la necessita’ di cogliere le opportunita’ legate all’internazionalizzazione e alla promozione sui mercati esteri. Dall’alleanza’ tra Provincia e Cesvitec – Centro per la promozione e lo sviluppo tecnologico delle piccole e medie imprese del Mezzogiorno – e’ nato, dunque, un progetto di valorizzazione – nell’alveo del Por Campania – sul mercato cinese che vede tra i momenti principali la partecipazione all’importante fiera nautica di Shanghai. Il progetto sara’ presentato venerdi’ prossimo, 14 marzo, presso la Presidenza della Mostra d’Oltremare, in occasione del Nauticsud, in un incontro al quale parteciperanno il presidente della Provincia, Dino Di Palma, l’assessore Guglielmo Allodi, il dirigente provinciale alle politiche comunitarie Claudio Pomella, il presidente della Camera di Commercio Gaetano Cola, il
Presidente dell’ACEN Ambrogio Prezioso, il presidente del Cesvitec, Costantino Formica, Mario Malinconico, Research Director ICTP – Istituto di
Chimica e Tecnologie dei Polimeri – CNR-Consiglio Nazionale delle Ricerche.

Un’occasione, spiega Allodi, ‘’per illustrare le potenzialita’ del mercato cinese ma anche per parlare della realta’ della nostra nautica da diporto’. ‘’Come Provincia, in collaborazione con la Camera di Commercio ed il Cevsitec – aggiunge – siamo impegnati ad offrire servizi e know-how utili per la crescita delle piccole e medie imprese. La nostra mission principale e’ quella di puntare anche sull’innovazione, in una logica che privilegi nuove opportunita’ di mercato’. Punteremo perciò anche sulle eccellenze delle nostre attività universitarie e della ricerca, come le nuove resine per compositi in vetroresina ad alta resilienza, le schiume polimeriche e fibre da fonti rinnovabili per la realizzazione di interni da imbarcazioni, le nuove tecnologie per il recupero e riciclo di compositi in vetroresina da demolizione di imbarcazioni.

Il tutto in una logica di complementarità di sistema sempre più integrato. Le imprese napoletane della nautica e cantieristica da diporto avranno l’opportunita’ di realizzare incontri ‘business to business’, un modo, dunque, per fare affari oltre la vetrina. Saranno oltre circa venti le aziende partecipanti all’evento internazionale in Cina. Un Paese che sta crescendo a ritmi molto forti e che potrebbe rappresentare un’area interessante per collocare produzioni di qualita’. Occorre, dunque, mettere in rete le diverse realta’ produttive per offrire un panorama nello stesso tempo unico e articolato del settore a Napoli e nella sua provincia che presenta cantieri ‘storici’ e nuovi insediamenti, in un mix di ricchezza artigianale e innovazione, di processo e di prodotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>