Non ha ancora festeggiato un anno di attività ma il Gruppo OneSails comincia ad avere un peso interessante nel panorama internazionale delle velerie. Il suo network di affiliati ha infatti appena aggiunto due realtà importanti in Inghilterra e in Irlanda: si tratta dei loft di John Brinkers e di Des McWilliam, che hanno dato vita a OneSails GBR e OneSails Ireland in due delle capitali della vela mondiale: Hamble (Southampton) e Crosshaven (Cork).

“Queste affiliazioni sono per noi strategiche – dice il management di OneSails – e ci consente di operare in due mercati di grande interesse commerciale”. “Far parte del network di OneSails ci consente di utilizzare un prodotto ed una tecnologia che ci proiettano ad un livello superiore di professionalità”, fa eco Des McWillian.

OneSails è un attore che ha portato sul mercato un nuovo modo di lavorare, propone un approccio organizzativo moderno e stimolante, oltre a garantire
esperienza, serietà e professionalità dei suoi fondatori. Tutto ciò viene ulteriormente consolidato dall’utilizzo della tecnologia esclusiva “Millenium”, elemento che la differenzia e la caratterizza rispetto a tutti gli altri protagonisti del mercato.

I risultati in mare parlano da sé: a fine 2007 OneSails ha messo a segno il risultato più importante ed atteso della stagione, cioè la vittoria della Dubai Gold Cup a bordo del monotipo RC 44′ Team Omega (vedere foto). La supremazia del Team Omega è stata schiacciante rispetto a tutti gli altri avversari e si è manifestata in particolare nelle regate di flotta, dove ha conquistato ben 4 primi posti su 9 prove disputate.

Gli scafi invelati OneSails si sono anche affermati al top della classifica in quasi tutte le classi: GP 42′, Maxi, Swan 45′, GS (43′, 44′, 45′ e 56′), Comet 45′, Star, Fun, Asso 99′, Dolphin 81′ e Tom 28′. A bordo sia grandi campioni (Flavio Favini, James Spithill, Hamish Pepper, Paolo Cian, Nicola Celon, Lorenzo
Bressani) che importanti armatori (Lanfranco Cirillo, Claudio Uberti, Vittorio Urbinati, Piero Mortari, Vittorio Codecasa). Per il futuro, OneSails vuole parlare “Coppa America”. Sono in corso diversi contatti, a riprova che il prodotto suscita interesse ed ha un grande potenziale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>