Novità Se.Ri.Gi. al “Boot” di Dusseldorf, in anteprima i progetti del Solaris One 62 e del rinnovato 72 DH

di Redazione Commenta

Spread the love


Per la seconda volta consecutiva il Cantiere di Aquileia (Udine), Se.Ri.Gi. di Rinaldo Puntin, sarà presente con una propria imbarcazione in esposizione al prestigioso salone nautico “Boot” di Dusseldorf, in Germania. Il Salone sarà aperto dal 19 al 27 gennaio, ed è uno tra i maggiori eventi nautici internazionali a livello mondiale, con oltre 1650 espositori provenienti da 55 Paesi, 17 padiglioni, 220.000 metri quadrati di esposizione, oltre 2000 imbarcazioni esposte.

Boot tra l’altro ospiterà, come ogni anno, lo stand di ASSO.I.P.T.A., l’Associazione Italiana Porti Turistici Adriatici, che dal prossimo 30 giugno rappresenterà ufficialmente, operando in stretta collaborazione con l’organizzazione delle realtà nautiche e navali, l’UCINA, e con la denominazione ASSOMARINAS, tutta la portualità turistica associata a livello nazionale. Il Cantiere Se.Ri.Gi. sarà dunque presente con un Solaris One 48 nello stand D21 del padiglione 16, dove l’amministratore Puntin conta di allargare ulteriormente i contatti, già avviati proficuamente alla fine del 2007, al Salone nautico di Amburgo.

“E’ il coronamento di un sogno – commenta Puntin – questa nostra presenza in Germania, per la seconda volta con una imbarcazione in esposizione. Un sogno che si è concretizzato grazie all’innovazione e con lo sforzo compiuto coralmente all’interno della nostra azienda per avvicinare le strategie di produzione, che ci hanno fatto conoscere nel mondo per affidabilità assoluta, prestazioni e cura delle rifiniture, alle richieste dei moderni diportisti della navigazione confortevole d’altura”. Si tratta davvero del prosieguo a lieto fine di un sogno, perché il Cantiere di Aquileia è in ulteriore sviluppo.

Proprio a Dusseldorf infatti, nel prestigioso mega stand a forma di cubo che è già noto a operatori e appassionati del mare del Nord, saranno presentate due grosse novità in anteprima. Si tratta innanzitutto del Solaris One 60, di Bill Tripp, evoluzione del Solaris One 48 (nella foto) del quale in pochi mesi sono già stati commissionati a Se.Ri.Gi oltre una decina di esemplari. Una barca veloce, performante, dalle linee d’acqua e la coperta davvero accattivanti, semplici e di fascino. “Questo nuovo progetto – che credo troverà tra gli appassionati l’entusiasmo e l’attenzione incontrati dal 48, si deve alla collaborazione avviata con il prestigioso progettista americano”.

Ma non è finita qui. A Dusseldorf Puntin presenterà sempre in anteprima il nuovo Solaris 72 Deck House disegnato da Doug Peterson. “Deck House” sta per un modello di costruzione degli interni che prevede su uno stesso livello la timoneria e i principali locali interni, per dare ai naviganti, anche dopo un lungo periodo di permanenza in mare, la sensazione di spazi ampi, confortevoli e aperti, quasi si trattasse di una vera e propria abitazione galleggiante. “Si tratta dell’evoluzione del 72 DH che è già sui mari del mondo – commenta Puntin – e con un nuovo look si proporrà in modo adeguato agli skipper e armatori più esigenti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>