Fincantieri consegna il cacciatorpediniere Andrea Doria alla Marina Militare

di Redazione 380 views0

Spread the love


A due anni dal varo e a 14 mesi dalla sua prima uscita in mare, il cacciatorpediniere Andrea Doria è ufficialmente passato dal costruttore all’utilizzatore. Una cerimonia svoltasi nella darsena Fincantieri del Muggiano (La Spezia) ha visto infatti issare sulla nave la bandiera della Marina Militare, segnalando a tutti la presa in carico del primo dei due caccia classe Orizzonte ordinati dall’Italia. Il secondo, battezzato Caio Duilio, è stato varato nell’ottobre scorso. Perché nave Duilio raggiunga la Full Operational Capability (piena capacità operativa, FOC) bisognerà tuttavia attendere ancora qualche mese di prove dei complessi sistemi che le conferiscono le elevate capacità di difesa aerea e di imbarco di un comando complesso.

È invece slittata di qualche settimana rispetto alla indiscrezioni la consegna della portaerei Cavour, che con le sue oltre 26.000 tonnellate di dislocamento è destinata a scalzare l’incrociatore portaelicotteri Garibaldi dal ruolo di ammiraglia della squadra navale italiana. Dal 18 dicembre riferito da alcune fonti di stampa si è passati – secondo quanto risulta a Dedalonews – alle prime settimane del 2008. Il Cavour sta svolgendo un intenso ciclo di prove preliminari alla consegna alla Marina.

Un mese e mezzo fa, ad esempio, la portaerei ha imbarcato per due giorni aeromobili navali ad ala fissa e rotante per verificare le installazioni di volo. Oltre ad alcuni lavori di allestimento, la Cavour deve completare soprattutto il sistema di combattimento sviluppato da Selex Sistemi Integrati. Come il Doria, anche il Cavour dovrà comunque completare una serie di prove post-consegna che non ne renderanno possibile la FOC prima del 2009.
(da dedalonews.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>